Castelmola. Rimpasto in giunta, la minorana annuncia battaglia e chiede che si torni alle urne

CASTELMOLA – L’opposizione al Comune di Castelmola promette battaglia a seguito del rimpasto delle deleghe messo in atto, nei giorni scorsi, dal sindaco Antonietta Cundari. In particolare, il consigliere comunale Giorgio Russo ha emanato una nota dove si contesta l’operato dell’amministrazione comunale. «Devo puntualizzare – ha esordito il rappresentante del nucleo storico di An – che quando si parla di assegnazione di deleghe non condivise da parte di alcuni gruppi politici sarebbe opportuno, anche per una questione di chiarezza nei confronti degli elettori, che quell’amministratore non più in sintonia con il primo cittadino si dimetta. In ogni caso anche la Cundari – aggiunge –dovrebbe revocare definitivamente il mandato affidatogli».  Russo sostiene inoltre che alcune iniziative proposte per il cartellone estivo delle manifestazioni, non sono state realizzate. In ogni caso, il consigliere ne gradirebbe una migliore
promozione. Russo ha comunque anche apprezzato alcune manifestazioni. «Quando poi si sostiene – conclude Russo – che si vuole migliorare l’offerta anche grazie al supporto della minoranza, dico che l’opposizione non ha nulla a che fare con questa maggioranza; se, invece, altri sono disposti si facciano i nomi e si assumano le responsabilità Morali e politiche. Fermo restando, che se si parla del bene della città mi troverò sempre in prima linea. In ogni caso, l’unico modo attuale di trovare una soluzione a questo stato di impasse è quello di tornare immediatamente alle urne. Non si può continuare a mortificare Castelmola con atteggiamenti politici, che dimostrano troppo attaccamento alla poltrona». D’accordo anche il fratello Orlando Russo, spesso indicato come possibile futuro candidato sindaco di Castelmola. In ogni caso, si deve ricordare che più volte alcuni esponenti della minoranza hanno mandato «segnali di fumo» all’attuale maggioranza. D’altra parte è risaputo che dal momento delle elezioni l’opposizione ha avuto difficoltà a nominare un capogruppo unico. L’azione del sindaco, Antonietta Cundari, sta comunque proseguendo senza grandi difficoltà. La battaglia politica è annunciata per il primo settembre prossimo, quando l’assemblea cittadina è stata convocata per la mancata approvazione del rendiconto del 2008. L’assessorato agli Enti locali ha nominato il funzionario Vincenzo Lauro, quale commissario ad acta.

Leave a Response