Taormina. Parcelle legali ‘salate’, si corre ai ripari

TAORMINA – Gli avvocati al Comune di Taormina costano tanto e dunque, si sta cercando di correre ai ripari. Secondo quanto affermato in un resoconto del competente assessorato al Contenzioso le parcelle pendenti, che riguardano anni di battaglie presso i tribunali, ammonterebbero – la cifra, però, è solo approssimativa – a circa 2 milioni di euro. In questo particolare momento della vita politica, si sta cercando di correre ai ripari con convenzioni che considerano i minimi tariffari dei professionisti. I dati sono contenuti nella relazione annuale del sindaco, Mauro Passalacqua. Per questo motivo è stato siglato un accordo onnicomprensivo con l’avvocato Agata Petrino, chiamata ad occuparsi di tutte le controversie in materia tributaria. Il collega avvocato Pippo Perdichizzi, ha il compito della razionalizzazione del patrimonio immobiliare dell’Ente. Per questo incarico, Perdichizzi dovrà interagire con l’avvocato Davide La Rosa che aveva precedentemente avviato le relative pratiche. Nel secondo semestre dello scorso anno e nel primo semestre del 2009, è stato dato incarico all’avvocato Fabio Cintioli di attivarsi per appianare la questione riguardante le parcella presentate da due legali e relative ad un contenzioso con il comune di Agrigento. Le due parcelle milionarie sarebbero passate, in seguito ad una perizia, rispettivamente a 195mila e 159 mila euro. Ma anche queste cifre non sono state considerate soddisfacenti dall’amministrazione comunale e, dunque, si cercherà di contattare direttamente i professionisti. Le sentenze passate in giudicato da pagare, stando sempre a questa analisi, si attesterebbero allo stato attuale delle cose, a 2milioni 101 mila euro. Si tratta di un dato che riguarda il 29 marzo di quest’anno e che non contempla, chiaramente, il lodo Impregilo da circa 25milioni di euro, che ancora non è oggetto di una sentenza definitiva. Nei prossimi giorni si cercherà, inoltre, di capire meglio la situazione del contenzioso. L’opposizione, in proposito, chiederà se viene rispettato il regolamento degli incarichi legali.

Leave a Response