Taormina. Weekend di Ferragosto, scatta l’emergenza

TAORMINA – Il Comando Vigili Urbani di Taormina affronterà Ferragosto con i mezzi a sua disposizione. Tutto il personale in servizio sarà, a partire da domani pomeriggio, in servizio. Detto così sembrerebbe di parlare di una vera a e propria mobilitazione. Ed è vero: solo che quest’anno il Comando Polizia Municipale potrà contare su un numero inferiore di agenti rispetto al 2008. In forza, in questo momento, ci sono solo 11 vigili sui 13 dello scorso anno: uno è stato spostato ad altro servizio, un altro è andato in pensione. A questi si possono aggiungere 2 ausiliari fissi e 2 dipendenti comunali che hanno la qualifica di ausiliari del traffico. Questi i numeri. Si tratta di un organico davvero ridotto all’osso. Ma con questo Taormina dovrà far fronte all’emergenza Ferragosto. A questo punto c’è da chiedere cosa accadrà nei giorni tra il 14 ed il 16 agosto. Si prevede un fine settimana di particolare difficoltà per l’intera città che, stando alle indicazioni esistenti, sarà presa d’assalto da diverse migliaia di visitatori al giorno. La crisi del turismo, secondo quanto riferiscono le associazioni di categoria e l’Azienda Soggiorno e Turismo, non ha frenato il fenomeno del ” mordi e fuggi”.  In questi giorni, però, l’emergenza più grave è quella che accadrà nelle zone a mare e, particolarmente, lungo la statale 114 strada che è chiamata a sopportare il traffico automobilistico proveniente dal comprensorio turistico che va da Raccolamuera a Giardini Naxos. Tutto dipende dal fatto che in contrada Spisone c’è uno dei più importanti svincoli della A 18, l’autostrada Messina-Catania.  La nazionale, per gran parte della giornata, si trasforma in una vera e propria trappola per gli automobilisti. Una situazione che si ripete, ormai, da decenni ma che nessuno è riuscito a risolvere. E non solo perché manca una strada alternativa: è vero, infatti, che i comuni del comprensorio non sono mai riusciti a mettere insieme le loro forze a disposizione per affrontare il problema. Ognuno va avanti con i propri programmi e con i propri servizi. Il risultato è che, nei giorni di maggiore carico, quanto capita nella SS114 finisce per avere ripercussioni pesanti sui centri storici, specie quello di Taormina che è il più gettonato.   “Ad aiutare –dice il comandante della PM, Agostino Pappalardo- ci saranno, come l’anno scorso, alcune guardie giurate alle quali è stato affidato il compito di vigilare sui siti di particolare interesse come i monumenti ed i palazzi istituzionali”. Non ci saranno i volontari del traffico la cui selezione è ancora in corso. I prescelti avrebbero dovuto cominciare ad agire proprio in coincidenza con Ferragosto. Le procedure di selezione, però, stando andando per le lunghe e, di conseguenza, l’iter si è bloccato. Su 100 domande, per esempio, sono stati presentati alcuni ricorsi che impediscono l’ufficializzazione e della lista dei selezionati.  “A metà agosto, in quella che fu una delle capitali mondiali del turismo –dice  Danilo La Monaca, coordinatore cittadino del Pdl, partito di opposizione- si discute ancora di far entrare in azione personale praticamente inutile. La nomina di 10 ausiliari non consente l’espletamento di nessun servizio adeguato alle esigenze del territorio. Gli ausiliari del traffico, infatti,  per disposizione di legge, non hanno alcun potere che sia riconducibile alle attribuzioni della Polizia Municipale. Non possono contestare –dice La Monaca- infrazioni al codice della strada”. Secondo il Pdl, invece, esiste la soluzione per risolvere l’arcinota carenza di personale nell’organico della PM. Il Consiglio comunale l’ ha individuata. E’ possibile avviare un concorso interno con oneri a carico della Regione. Uno strumento che l’amministrazione ha affrontato con una procedura irregolare che ha determinato il naufragio dell’intero iter”. Secondo La Monaca: “Le cure palliative non bastano più. E’ indispensabile l’assunzione di nuovi vigili così come di un piano della viabilità. Ogni altra misura è destinata, come dimostrano i fatti, all’insuccesso”. Intanto Ferragosto è alle porte, anzi è già arrivato.

Leave a Response