Taormina. Siglata intesa Comune-Orchestra a plettro

TAORMINA – Importante operazione culturale portata a termine, ieri, dal Comune e da Taormina Arte. Hanno firmato un protocollo d’intesa che pone in primo piano la qualità e l’unicità dell’Orchestra a Plettro città di Taormina. Comune e Taoarte si sono impegnati a sostenere, anche finanziariamente, il complesso musicale che, negli anni, ha portato il nome della città in giro per il mondo. L’accordo, nei particolari, si prefigge il compito di “promuovere, valorizzare e diffondere il patrimonio musicale della più autentica e prestigiosa orchestra locale”. L’intesa, promossa da Palazzo dei Giurati, è stata, solennemente, firmata, nello studio di rappresentanza della casa municipale, dal sindaco, Mauro Passalacqua, dal rappresentante del Comitato di Taoarte, Ninni Panzera, e dal presidente dell’Associazione Musicale Taorminese che coordina l’orchestra, Elisabetta Monaco. L’intera operazione è stata promossa dal vice presidente del Consiglio comunale, Sergio Cavallaro. “Questa –commenta il sindaco- è da considerare un’operazione tesa a favorire concretamente e stabilmente ogni azione volta a diffondere la conoscenza e l’interesse per la tradizione degli strumenti a plettro attraverso il varo di un programma concertistico articolato. Nello stesso tempo, l’Associazione Musicale si è impegnata ad organizzare una serie di corsi d’insegnamento per giovani ed adulti con lo scopo di avvicinarli al mondo della musica e, in particolare, a quello caratterizzato dagli strumenti a plettro che rappresentano una parte importante della tradizione siciliana e taorminese in particolare”. “Penso che tutti riconoscano l’importanza che l’orchestra ha per Taormina. Rappresenta una delle più autorevoli realtà della tradizione mandolinistica italiana e siciliana in particolare. E’ stata fondata –dice Cavallaro- agli inizi del 1900. Nel corso della sua ormai centenaria vita, si è evoluta diventando una scuola di prestigio. Alla sua direzione si sono alternati artisti locali che sono rimasti nel cuore dei taorminesi e che hanno permesso il successo della formazione, anche in campo internazionale. In questa solenne occasione –continua- mi piace ricordare i maestri Cosimo Aucello, Chico Scimone, Pancrazio Gulotta, Maurizio Gullotta e Riccardo Buzzurro. Attualmente il ruolo di direttore e coordinatore artistico è ricoperto da un altro giovane taorminese, vale a dire Antonino Pellitteri”. “Abbiamo apprezzato con viva soddisfazione –commenta il presidente, Elisabetta Monaco- l’iniziativa del Comune e di TaoArte. Serve a dimostrare l’attenzione della città nei confronti di una struttura come la nostra ma anche a suggellare un passato di prestigio che l’Orchestra, grazie all’impegno dei maestri che l’hanno guidata negli anni e ai tantissimi artigiani, professionisti, studenti, gente comune, massaie che hanno, da sempre, costituito il corpo principale della formazione”. Il protocollo consentirà il potenziamento della scuola di musica dedicata allo studio del mandolino e della chitarra, gli strumenti base dell’orchestra. “Secondo gli accordi –dice la Monaco- l’attività d’insegnamento vedrà impegnati i nostri maestri in sede ma anche nelle scuole e nelle frazioni di Taormina”.

Leave a Response