Rifiuti. Raccolta a singhiozzo in tutta la Jonica

Quella appena trascorsa è stata per S. Teresa di Riva e Roccalumera (ma anche altri centri del versante jonico messinese, ad esempio Nizza) una settimana di “passione” di mezza estate. Si sono registrati disagi di natura igienico-sanitaria in diversi quartieri, dove l’immondizia è rimasta accatastata per giorni interi senza essere raccolta. In entrambi i paesi l’incresciosa situazione si è trasformata in un caso politico, che va al di là dei motivi che hanno impedito all’Ato 4 di smaltire in tempi celeri i rifiuti. A S. Teresa è intervenuto l’ex assessore Mimmo Allegra: “Via Spadaro, la parallela alla Statale che conduce in via Sparagonà – spiega – dal 25 luglio è stata trasformata in una discarica a cielo aperto. Oltre ai sette cassonetti strapieni di spazzatura e ai tre per la raccolta differenziata – aggiunge – giacciono per terra invadendo la sede stradale borsoni pieni di rifiuti accanto, davanti e dietro tutti i contenitori, presi d’assalto da cani randagi, gatti e topi. Un vero immondezzaio – dice senza mezzi termini Allegra, facendosi portavoce dei residenti dell’intero quartiere – un grave problema  igienico che rappresenta un pericolo per la salute pubblica”. Allegra va oltre: “Risulta che i cassonetti su Lungomare, corso Regina Margherita e via Francesco Crispi siano stati svuotati regolarmente. Ci chiediamo il motivo. E ci siamo dati una risposta: perché i rappresentanti del quartiere che contano dormono sonni tranquilli. Per noi – conclude Allegra – è vergognoso vedere lo stato di degrado della nostra strada, ridotta a discarica abusiva. Da tutte le parti arriva spazzatura, anche da fuori paese. Proponiamo agli organi competenti, di spostare tutti i cassonetti di soli cinque metri, precisamente nella stradina adiacente all’ attuale ubicazione dei contenitori, dove non abita nessuno e dove le tante persone che vi transitano obbligatoriamente, in virtù del senso unico, non hanno la possibilità di lanciare i rifiuti direttamente dalla propria vettura in corsa”. A Roccalumera i consiglieri di minoranza hanno chiesto una seduta straordinaria ed urgente del Consiglio comunale. “Vogliamo sapere dall’amministrazione comunale – dice il capogruppo Giuseppe Campagna – se l’abbandono della spazzatura nelle adiacenze dei cassonetti pubblici o comunque il non regolare svolgimento del servizio sia dipeso o meno da eventuali insolvenze nei pagamenti da parte del Comune nei confronti della società Ato Me 4 Spa”.

Leave a Response