Lions S. Teresa, in un anno 15mila euro in beneficenza

S. TERESA – “Valorizzare le risorse spirituali nascoste”: è stato questo l’obiettivo che ha animato l’attività dell’ormai past president dei Lions Andrea Donsì, alla guida club service santateresino durante l’anno sociale 2008/2009. In occasione del recente passaggio di consegne al neo presidente Santino Moschella, l’arch. Donsì ha tracciato un bilancio della sua gestione. “In realtà – spiega – con tante intuizioni ed opportunità che si sono prospettate abbiamo realizzato il doppio delle iniziative programmate”. Spaziando dalla cultura alla solidarietà, per i Lions di S. Teresa è stato un anno molto proficuo. “E’ impossibile riassumere in poco spazio tutte le iniziative – aggiunge Donsì –, vorrei solo ricordare le più importanti: la consegna dell’impianto di tele cardiologia al Pte di S. Teresa, il convegnomostra sull’arte sacra locale ed il convegno sulla portualità”. Con un budget iniziale di 6mila euro, i Lions sono riusciti a portare a compimento ben 18 distinte iniziative: 4 nel settore della prevenzione, 8 convegni, 4 istituzionali (poster della pace, raccolta occhiali usati, raccolta pro telethon, partecipazione alla raccolta fondi per la Lcif) e 2 cene di beneficenza. In totale sono stati raccolti 15mila euro che hanno consentito azioni di solidarietà civile e sociale con 8 destinazioni diverse: Oasi Sant’Antonio; Associazione Vivere Insieme; restauro della pisside Chiesa Ss. Trinità di Forza d’Agrò; acquisto attrezzatura informatica per un soggetto tetraplegico; consegna impianto di telecardiologia al Pte di S. Teresa, allestimento premuseale alla parrocchia di Forza d’Agrò e borsa di studio Michele Trimarchi. “Insomma – conclude l’arch. Donsì – abbiamo dipinto una bella “cover” del lionismo, forse del lionismo del futuro, più a stretto contatto con il territorio, alleggerito dal fardello dei conviviali e dal convegnismo faraonico, e proiettato in un sistema di comunicazione aperta tra i club e verso la società”.

Leave a Response