Taormina. “Il Consiglio non è la Giunta. Nessuna crisi”

TAORMINA – Non pare aver provocato alcun scossone all’interno della Giunta comunale, il risultato dell’ultima seduta consiliare, quella che ha portato all’approvazione del Bilancio di previsione 2009. Malgrado le polemiche e le critiche prese di posizione espresse esplicitamente da alcuni rappresentanti della maggioranza, il sindaco, Mauro Passalacqua, pare intenzionato ad andare avanti con il suo programma e il suo esecutivo. Alla domanda di Tele90: cosa accadrà, adesso, nell’amministrazione?,  infatti, risponde: “Il Consiglio comunale non è l’amministrazione”. Chiara la separazione che il primo cittadino intende sottolineare tra le due componenti delle istituzioni cittadine: una cosa sono il sindaco e la sua squadra; un’altra l’assemblea cittadina.  Il primo cittadino è stato “scelto” e nominato direttamente dai cittadini in base ad un programma operativo. Il Consiglio, invece, è il frutto di un’operazione politica pur se suffragata e consacrata dall’intervento degli elettori. A questo organo comunale tocca il compito di vigilare sull’attività dell’esecutivo e di recepire le istanze della città. Per questi motivi, sicuramente, Passalacqua sottolinea, con forza, che “il Consiglio non è l’amministrazione”. Il sindaco, comunque, non ha fatto, almeno in quest’occasione, riferimento alle sue pur recenti dichiarazioni. “A luglio –aveva annunciato a fine giugno scorso-  rivedrò le deleghe degli assessori”. Subito dopo, aveva aggiunto: “C’è bisogno di effettuare una sintesi politica”.  Aver sottolineato la netta divisione tra esecutivo ed organo politico, però, non vuol dire che Passalacqua si sia tirato indietro rispetto a quelle dichiarazioni. Probabilmente, il sindaco metterà mano ad una revisione della sua squadra immediatamente dopo l’estate, quando, cioè, si allenterà la morsa delle richieste e dei problemi, oltre che delle emergenze,  che in estate pesano su Palazzo dei Giurati.

Leave a Response