I 58 “centisti” della Provincia premiati all’Università

MESSINA – “La cerimonia di oggi ha un alto valore simbolico, perchè non si tratta di scorprare una elite rispetto alla massa, ma solo di premiare il merito allo scopo di trattenere tutti i nostri studenti sul nostro territorio. Attraverso la sinergia tra università, scuola ed enti territoriali vogliamo costruire un grande progetto per la permanenza sul territorio dei nostri giovani, perchè voi rappresentate l’investimento più importante per il futuro”.
Questo il messaggio che il Rettore dell’Università di Messina, prof. Francesco Tomasello ha rivolto agli studenti “eccellenti” che hanno concluso gli studi dell’anno scolastico 2008/2009 con la votazione di 100 e lode, premiati stamane con una cerimonia svoltasi nell’Aula Magna dell’Ateneo, alla quale hanno preso parte il dott. Gustavo Ricevuto, dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale di Messina (per lui si tratta dell’ultima cerimonia, poichè nel 2010 andrà in pensione), l’on. Nanni Ricevuto, presidente della Provincia regionale di Messina, il dr. Giuseppe Di Bartolo, assessore provinciale alla P.I., il prof. Francesco Gatto, prorettore delegato all’accreditamento dei corsi di laurea, la prof. Stefania Scarcella, delegata rettorale all’orientamento e tutorato e direttore del C.or.ta. Erano presenti anche i Presidi di Facoltà, i dirigenti delle scuole frequentate dai premiati e le loro famiglie
Il Rettore, nel corso del suo intervento, ha evidenziato l’ottimo grado di preparazione dei laureati triennali dell’Università di Messina (già occupati a pochi anni dal conseguimento del titolo), le difficoltà riscontrate dai laureati magistrali o specialistici, per i quali il territorio offre poche opportunità a testimonianza del persistente divario Nord/Sud.
Al riguardo, il prof. Tomasello ha fatto cenno alle recenti notizie di stampa, attraverso le quali emergono comportamenti discriminatori per i laureati del Sud, che sono visti come un pericoloso concorrente proprio per la loro elevata preparazione, testimoniata anche dalle recentissime affermazioni dei laureati in Giurisprudenza, dei quali 17 hanno superato la prova concorsuale in magistratura e 7 quella per notaio, a riprova anche della “storica” valenza della Facoltà di Giurisprudenza di Messina.
“Il Sud – ha concluso il Rettore – non deve chiedere sconti a nessuno, né assistenza, ma deve capire che tutto il suo valore risiede proprio in voi giovani. Ed è proprio grazie al vostro grado di preparazione che il nostro territorio può crescere e svilupparsi e la nostra Università è pronta a fornire tutte le conoscenze perché questo si realizzi”.
Anche il dott. Gustato Ricevuto ha rivolto un pressante invito ai giovani premiati e alle loro famiglie sull’opportunità di continuare gli studi universitari presso l’Ateneo messinese: ”La nostra università si caratterizzza per le numerose eccellenze ed è quindi pronta con le sue struttere ed i suoi docenti ad accogliervi e formarvi per come merita la vostra preparazione. E’ importante affermare che l’incontro di oggi vuole essere un ringraziamento per i vostri sacrifici, per il grado di preparazione dei vostri docenti e per l’aiuto ed il sostegno che le vostre famiglie vi hanno dato in questi anni di studio intenso ”.
Durante le cerimonia sono stati anche consegnati ai familiari attestati di merito alla memoria di quattro studenti prematuramente scomparsi:Rosario Trifiletti, Claudio Vento, Felice Giunta e Giusy Mazzeo.

Leave a Response