Messina. Ha un nome la prostituta uccisa a Maregrosso

MESSINA – Nel giro di poche ore la politiza ha identificato il cadavedere della donna extracomunitaria il cui corpo è stato trovato ieri mattina nella zona di Maregrosso. Si tratta della 35enne nigeriana di Adesawa Omokaro. La donna, che si trovava in Italia daò 2002 aveva un permesso di soggiorno rilasciatole dalla questura di Lecco ed era, come emerge dalle indagini, una prostitua che da circa un mese si era stabilita a Messina. La causa mortis, come stabilito dai primi accertamenti, sarebbe stata determinata da una profonda ferita alla testa conseguenza di alcuni colpi inferti alla donna dal suo assassino che ha utilizzato un corpo contundente. La polizia prosegue le indagini privilegiando, pare, l’ambiente dei clienti che solitamente frequentan Maregrosso, una zona frequentata da numerose prostitute. Il cadavere della donna sarà sottoposto nelle prossim ore ad esame autoptico.

Leave a Response