Taormina. Pirateria audiovisiva, arrestato senegalese

TAORMINA – Un arresto a Taormina e due denunce in stato di libertà a S. Teresa di Riva sono il risultato di un’operazione dei carabinieri della Compagnia di Taormina mirata a contrastare il reato la commercializzazione di prodotti contraffatti. Abbigliamento, accessori e materiale audio-visivo sono i settori commerciali più colpiti dal particolare tipo di reato. Ieri pomeriggio, intorno alle 18, una pattuglia della stazione carabinieri di Taormina ha effettuato una verifica nei confronti di un cittadino senegalese che offriva le proprie mercanzie ai turisti che affollavano il litorale di Taormina.
Nel corso del controllo amministrativo è emerso che l’uomo, Ibrahima Diop, 30 anni, trasportava nel proprio zaino oltre 400 tra dvd e cd riproducenti film e brani di noti autori musicali nonché diversi giochi per Playstation privi del contrassegno Siae.
Stante la flagranza di reato, dopo avere sequestrato tutto il materiale, i carabinieri hanno arrestato l’uomo, trattenendolo presso la camera di sicurezza della Compagnia, in attesa del giudizio direttissimo.
Inoltre, sempre nel pomeriggio di ieri, a Santa Teresa di Riva, la pattuglia della locale stazione, durante un posto di controllo lungo il litorale, ha proceduto all’ispezione di una Fiat Tempra con a bordo due giovani di nazionalità marocchina, che alla vista dei carabinieri hanno dimostrato uno stato di particolare disagio. I militari dell’Arma insospettiti hanno dunque proceduto a perquisire il veicolo rinvenendo nel portabagagli uno zaino contenente oltre 350 cd contraffatti.
I due marocchini sono stati denunciati in stato di libertà per ricettazione e detenzione di materiale contraffatto finalizzata al commercio.
L’operazione “Spiagge Sicure” si colloca nell’ambito di specifici e preordinati servizi coordinati dal comando Compagnia di Taormina lungo tutta la fascia costiera e nei vari lidi al fine di arginare il fenomeno della pirateria audiovisiva.

Leave a Response