Val d’Agrò, “master plan” all’esame dei consigli

S. TERESA – Non sarà una seduta plenaria dei tre consigli comunali di Savoca, S. Teresa e S. Alessio a dare l’ok al “master plan” di sviluppo economico e turistico della Valle d’Agrò. Problemi di natura amministrativa costringeranno le assemblee a riunirsi separatamente per l’approvazione. E’ probabile, comunque, che i tre consigli comunali vengano convocati alla stessa ora dello stesso giorno, per esprimerebbe simbolicamente la volontà comune di portare avanti l’ipotesi progettuale. Ipotizzata in un primo momento la data del 22 luglio, ma sembra che l’appuntamento possa slittare di qualche settimana. Intanto, il sindaco di Savoca, Nino Bartolotta, è intervenuto per sgombrare il campo da possibili equivoci: “Quello che stiamo analizzando – spiega – è un piano strategico che punta alla pianificazione comprensoriale del nostro territorio. Solo in una fase successiva ci occuperemo di trovare i finanziatori per la realizzazione delle opere e assegnare i lavori. E questo sarà fatto alla luce del sole. In questo momento – conclude Bartolotta – ci interessa verificare se c’è la volontà comune di ipotizzare uno sviluppo integrato che vada oltre i rispettivi confini comunali”. 
Il “master plan”, intanto, riceve consensi bipartisan. Luigi Pagano, consigliere di minoranza di S. Alessio, ha evidenziato “la necessità oramai inevitabile di progettare insieme lo sviluppo socio-economico della vallata al fine di drenare l’esodo dei giovani”. Fabio Palella, capogruppo di minoranza a S. Teresa, pur rimarcando il proprio ruolo vigile e di controllo si è detto favorevole all’iniziativa. L’assessore Duro e i consiglieri Papa, Lomonaco e Bartorilla di S. Alessio si sono soffermati “sull’esigenza che le municipalità stabiliscano delle regole certe e precise”. Il presidente del Consiglio di Savoca Giuseppe Meesa si è detto “entusiasta” ed ha sottolineato come il progetto, sebbene ambizioso, rappresenti una occasione irripetibile.

Leave a Response