Furci. Balletta e Di Bella presentano il conto

FURCI SICULO – Dopo le richieste dei mesi scorsi pervenute al Comune di Furci Siculo per le indennità di carica degli ultimi 10 anni da parte di Mario Balletta, ex vicesindaco, e di Bruno Di Bella, ex presidente del Consiglio, sono stati notificati al Comune, in persona del sindaco pro-tempore, due decreti ingiuntivi con i quali i due ex amministratori hanno iniziato una procedura esecutiva per il pagamento delle indennità per le cariche ricoperte nel periodo tra giugno 1998 e maggio 2008. L’importo è rispettivamente di  71.679 euro e 60.683 euro per complessivi 132.362 euro oltre rivalutazione monetaria, interessi e spese legali. “Lascia a dir poco perplessi” – afferma l’assessore al Contenzioso Francesco Rigano – “che Balletta e Di Bella, abbiano avanzato una siffatta richiesta dopo che per 10 anni di amministrazione hanno pubblicamente e ripetutamente  dichiarato di rinunciare alle proprie indennità”. “Ammirevoli”  – erano stati definiti in un articolo di giornale apparso qualche anno fa – “Lavorano senza guadagnare una lira, avendo interpretato il loro mandato come una missione”. “Di solito” – continua Rigano – “sono abituato a lavorare cercando di proporre e produrre senza perdermi in chiacchiere ma, in questo caso, devo rendere noto ai cittadini che dopo i sacrifici di quest’anno per tirare avanti la baracca, questa potrebbe essere la goccia per mandare in dissesto il comune, a discapito dei dipendenti comunali, che rischiano il posto di lavoro, e della cittadinanza tutta”. “Mi chiedo e chiedo ai furcesi – aggiunge l’assessore – con quale coraggio, cari Balletta e Di Bella, continuate a scrivere manifesti e a fare chiacchiere di piazza. Se vi stava a cuore il bene del paese, di sicuro non chiedevate il conto. Ma il sindaco è cambiato e l’odio e le ripicche regnano sovrane, a  discapito di tutti”.
  

Leave a Response