Taormina. “Villa Regina”, il Comune si oppone

TAORMINA – L’amministrazione comunale ha informato il Consiglio comunale che è stata avviata la pratica per opporsi alla richiesta dell’associazione “Villa Regina” che reclama oltre un milione di euro per il presunto mancato pagamento delle quote di assistenza sanitaria specialistica per gli anziani ricoverati nella casa di riposo comunale negli anni tra 2003 ed il 2007. Un’osservazione che, a quanto pare, mette Palazzo dei Giurati nelle condizioni di poter affrontare il problema con più calma di quanto si era pensato in un primo momento. L’opposizione legale, concedendo tempo, potrà anche servire per verificare la posizione dell’ASL n. 5 di Messina che, se dovute, avrebbe dovuto pagare le quote al Comune che, a sua volta, le avrebbe dovute riconoscerle alla società di gestione della casa di contrada S. Antonio. Sulla necessità di confrontarsi con l’Azienda sanitaria provinciale ha parlato, nel corso della seduta consiliare di venerdì sera, il presidente del Consiglio, Eugenio Raneri. Di fatto, perciò, non è stato precisato se quanto detto da Raneri coincide con la posizione dell’amministrazione. Fatto sta che un presunto scoperto di poco più di 500.000 euro è lievitato, per il calcolo degli interessi, sino ad sfiorare –sino ad ora- il milione e 200 mila euro. “A quanto pare, comunque, sembra –dice il capo gruppo dell’opposizione, Bruno De Vita- che la vicenda “Villa Regina”, almeno per il momento, non incida in nessuna maniera sul bilancio comunale del quale si sta discutendo, proprio in questi giorni”. A proposito del documento contabile, però, i lavori d’aula continuano ad andare a rilento. I vari punti “propedeutici”, cioè indispensabili per poter affrontare definitivamente il bilancio non sarebbero stati ben definiti. Di conseguenza nel corso della seduta la discussione si è sviluppata su fatti non conclusivi. “Ancora una volta –dice il PDL, gruppo di opposizione- i consiglieri si sono arenati sulle secche della burocrazia o forse dell’incapacità dell’amministrazione di portare in aula un dossier completo capace di mettere il Consiglio nelle condizioni di fare una valutazione completa e definitiva del documento”. In ogni caso i lavori sul bilancio continuano ad andare avanti. Se ne riparlerà tra qualche giorno quando il presidente Raneri tornerà a convocare l’aula.

Leave a Response