Taormina. Conclusa la festa in onore di S. Pancrazio

TAORMINA – Si è protratta per oltre 5 ore la solenne cerimonia di chiusura dei festeggiamenti per il Patrono, San Pancrazio. Alle cerimonie religiose ed alla processione, in programma peri ieri, 9 luglio, hanno partecipato alcune miglia di fedeli e moltissimi turisti. Il tutto si è svolto secondo tradizione. La “vara” con la statua del patrono e quella di San Pietro, sono state trainate da rappresentanti delle maestranze: i pescatori per San Pietro, i “villani” per San Pancrazio. I due simulacri, tra due ali di folla, sono stati fatto sfilare per il Corso e poi per via Pirandello. Alla fine le statue sono tornate nelle loro rispettive chiese, dove resteranno sino al luglio del 2010 e, per quanto riguarda la “festa grande” per i prossimi quattro anni. Adesso, comunque è tempo di bilanci. Sono in tanti, per esempio, quanti chiedono che la festa solenne venga ripetuta ogni anno per farla diventare un appuntamento fisso dell’offerta turistica taorminese. Di contro i più “dogmatici”  si dichiarano contrati a far diventare una festa religiosa in un rito legato all’effimero ed alla realtà “commerciale” di Taormina. Ma questo è un dibattito che si potrarrà per diverso tempo, almeno sino all’inizio dell’estate del prossimo anno. Per il momento si parla solo del “successo” della grande celebrazione che, in parte, ha travolto il solito tran tran del luglio taorminese.

Leave a Response