Taormina. Bilancio 2009, è il giorno della verità

TAORMINA – Oggi potrebbe essere il giorno della verità. Il Consiglio comunale è, infatti, di nuovo chiamato a discutere del bilancio di previsione del 2009. Deve, insomma, cercare di varare il documento contabile che può consentire all’amministrazione di portare avanti programmi e progetti. Non si tratta di un’operazione semplice. Lo dimostra i tanti ritardi accumulati e la serie di problemi che sono scoppiati nelle ultime settimane e che hanno reso tutto difficile e problematico. Ultimo atto è quello legato alla richiesta di blocco di un milione e rotti nelle casse comunali presentata in Tribunale da “Villa Regina”, la società catanese che per quattro anni ha gestito la casa di riposo comunale. La nuova tegola è arrivata su Palazzo dei Giurati solo un paio di giorni fa ma ha fatto tanti fragore da costringere amministratori, dirigenti e tecnici comunali ad una sorta di maratona di lavoro per cercare di trovare le soluzioni adeguate per evitare il tracollo finanziario. C’è da dire, comunque, che la richiesta avanzata dalla società etnea non è operativa. Il Comune ha, infatti, il tempo (non tanto, però) e possibilità di avviare studi per arrivare ad una soluzione operativa. Una è quella che vede Palazzo dei Giurati impegnato in una manovra di opposizione che passa dalla convinzione che “Villa Regina” non aveva, come ha invece fatto, i titoli per richiedere il pagamento dei “contributi d’assistenza per agli anziani non autosufficienti”. Quote che, a quanto pare, sono di pertinenza della Regione che, da parte sua, non ha inteso riconoscerle al comune di Taormina e che, adesso, potrebbero di nuovo essere richieste al governo di Palermo. Possibilità di “difesa” che il Comune sta valutando proprio in queste ore. E’ probabile che l’amministrazione informi proprio oggi il Consiglio comunale sulle mosse che intende avviare. Se così sarà, vorrà dire che la seduta consiliare di stasera potrebbe trasformarsi in un acceso dibattito che dovrebbe vedere maggioranza e minoranza impegnate nelle stessa direzione. E’ chiaro, infatti, che nessuno al Comune intende muoversi senza nessuna prospettiva. Tutti hanno interesse a bloccare l’operazione avviata da “Villa Regina”. Per il resto, la discussione sul bilancio prevede la valutazione di argomenti che già hanno fatto capolino in aula: turismo, pulizia, nettezza urbana, piano viario, Taormina Arte.

Leave a Response