Alì Terme. 18enne in manette per tentato omicidio

ALI’ TERME – I carabinieri hanno arrestato un 18enne di Fiumedinisi, Eros Ossi,  per tentato omicidio e porto abusivo di coltello di genere vietato. Secondo la versione fornita dai militari dell’Arma, ha aggredito un minore, uno studente di 17 anni di S. Stefano Briga (L. D. le sue iniziali). L’episodio si è verificato ieri sera intorno alle 23, sul lungomare di Alì Terme, per futili motivi presumibilmente legati all’interruzione di una relazione sentimentale con una ragazza aliese. Sarebbe questo il motivo, secondo la ricostruzione effettuata dai militari dell’Arma aliesi, che avrebbe spinto il giovane fiumedinisano ad aggredire con un coltello, durante una violenta colluttazione, il rivale in amore. A quanto pare i due erano in compagnia di altri amici già individuati. I carabinieri della stazione di Alì Terme, che sono prontamente intervenuti al comando del maresciallo Salvatore Garufi, su segnalazione della Centrale operativa di Messina, si sono avvalsi anche di alcune testimonianze di persone presenti al momento del fatto. L’arresto del 18enne, come è emerso dalle risultanze investigative, è avvenuto poco più tardi, poiché, dopo l’aggressione ed il ferimento del minore, si era allontanato precipitosamente dalla cittadina balneare, dandosi alla fuga per raggiungere la propria abitazione a Fiumedinisi, dove è stato rintracciato dai carabinieri. Stante la flagranza di reato, è stato arrestato e condotto al carcere di Messina Gazzi a disposizione dell’Autorità giudiziaria messinese. La vittima, a seguito delle ferite riportate, è stata immediatamente soccorsa da personale del 118 e trasportata presso il Policlinico universitario di Messina, dove il personale sanitario ha disposto il ricovero in seguito ad una “ferita da taglio al gomito sinistro, con lesione muscolare e lesione da morso all’emitorace sinistro”. Nelle prossime ore il ragazzo sarà sottoposto ad intervento chirurgico. Intanto, sono in corso ulteriori indagini, disposte da capitano della Compagnia Messina sud Alesandro Di Stefano, per ricostruire l’esatta dinamica della lite che ha portato all’accoltellamento.

Circa un mese addietro, sempre  ad Alì Terme, alcuni minorennii, erano venuti alle mani per ”contendersi”  una ragazzina. In quella occasione si trattò di una spedizione punitiva di alcuni giovani provenienti da un paese del versante tirrenico messinese che aggredirono un quattordicenne del luogo procurandogli una grave ferita ad un occhio.

Leave a Response