Scaletta. Via di fuga, protocollo d’intesa con Itala

SCALETTA ZANCLEA – Si è riunito il Consiglio comunale della cittadina jonica. Nel corso della seduta, convocata dal presidente Guido Di Blasi, è stata approvata all’unanimità la proposta di inserimento del Comune jonico tra i centri ad economia prevalentemente turistica e città d’arte, “in considerazione – ha spiegato il presidente dell’assemblea – dei numerosi turisti che quotidianamente provengono dalla vicina Taormina e dal porto di Messina dove fanno scalo i croceristi”.
Si è tornato poi a parlare dell’accordo di programma tra i Comuni di Itala e Scaletta Zanclea per la realizzazione di una via di fuga  con annesso eliporto, di aree di ricovero ed ammassamento, a servizio di Itala centro e delle frazioni Quartarello, Mannello, Borgo e Marina di Itala e di Guidomandri Superiore e Marina nel Comune di Scaletta. Su questa proposta, Pietro D’Arrigo, capogruppo di maggioranza, ha presentato un emendamento affinché nell’opera venga previsto l’attraversamento carrabile del torrente di Itala, “in modo tale – ha spiegato D’Arrigo – da consentire un collegamento stabile tra le due strade provinciali che conducono a Itala Superiore e Guidomandri Superiore”. L’emendamento ha raccolto un consenso unanime, così come l’accordo di programma con il Comune di Itala che è passato con i voti favorevoli dell’intero consiglio.

Leave a Response