Lombardo ha riferito all’Ars sulla situazione politica

PALERMO – Il presidente della regione Raffaele Lombardo ha riferito all’Assemblea siciliana sulla “situazione politica determinatasi a seguito della nuova composizione della giunta di governo”. Nel riconfermare pienamente tutti i passaggi politici e amministrativi fin qui compiuti, il presidente Lombardo ha sottolineato che il programma del suo governo si caratterizza per gli interventi basati “sullo sviluppo, sul rigore finanziario, sul risanamento e sulle riforme”. Su richiesta del parlamentare dell’Udc Salvatore Cordaro, il dibattito sulle dichiarazioni del presidente della regione si svolgerà nella seduta convocata per oggi pomeriggio (mercoledì), alle ore 17. Questa proposta è stata condivisa dal Pd, dal Pdl e dall’ Mpa per i quali sono intervenuti, rispettivamente, Antonello Cracolici, Salvo Pogliese e Lino Leanza. Ha anche preso la parola il presidente della commissione per l’ambiente e il territorio Fabio Mancuso, anch’egli del Pdl, il quale ha espresso il suo dissenso rispetto “alle posizioni dei presidenti dei gruppi”. È stato inoltre deciso che l’esame del disegno di legge sugli aiuti alle imprese proseguirà dopo il dibattito politico sulle comunicazioni del presidente della regione. I lavori d’Aula erano stati preceduti dalla conferenza dei capigruppo che, sotto la presidenza del presidente dell’Assemblea Francesco Cascio, presenti i vicepresidenti Santi Formica e Camillo Oddo, con la partecipazione del presidente della regione Lombardo, ha deciso all’unanimità di completare –dopo il confronto d’Aula sulla situazione politica- l’esame del disegno di legge sugli aiuti alle imprese. Nel frattempo le commissioni discuteranno i provvedimenti sugli Ato e le norme urgenti per lo sviluppo. Conclusa questa fase, l’attività di Sala d’Ercole riprenderà martedì 7 luglio e andrà avanti fino a giovedì 9 per la discussione dei disegni di legge che nel frattempo saranno stati licenziati dalle commissioni di merito. Una nuova conferenza dei capigruppo è prevista per la definizione dell’attività legislativa fino alla chiusura della sessione estiva fissata per venerdì 7 agosto.

Leave a Response