Taormina. Passalacqua: “A luglio rimpasto in Giunta”

Giuseppe Monaco

TAORMINA – Porto turistico, amministrazione, rapporti politici, progetti bloccati, Taormina Arte. Di questo e di tanto altro parla il sindaco in un’intervista a Tele90. “A luglio, dopo la relazione dell’attività amministrativa, provvederò ad una drastica revisione delle deleghe assessoriali e ad un confronto con la maggioranza. In questa maniera, sono certo, l’amministrazione comunale potrà avere un nuovo impulso”. La dichiarazione del sindaco, Mauro Passalacqua, pare nascondere un certo disappunto nei confronti del lavoro che la giunta è riuscita a portare avanti sino ad ora. “Si è vero, ho altre volte parlato di queste cose e delle deleghe assessoriali ma –continua il primo cittadino- questa volta andrò avanti. E’ necessario, infatti, verificare i rapporti, amministrativi e politici, che riguardano l’esecutivo e la maggioranza”. A quanto pare, l’estate appena iniziata, a proposito di fatti politici, a Palazzo dei Giurati sarà molto calda. L’amministrazione Passalacqua sembra essere arrivata, dopo un anno, in cima ad un crinale che ora ha bisogno di superare. Lo dimostrano altre dichiarazioni del sindaco. “Ho fissato un incontro con il presidente del Consiglio comunale, Eugenio Raneri. E’ mia intenzione discutere sulle recenti dichiarazioni  –dice- ancora il primo cittadino- fatte dal presidente nel corso dell’ultima seduta consiliare. Ha criticato Taormina Arte; ha detto che diverse opere pubbliche non vengono completate. L’incontro servirà per definire queste problematiche e, mi auguro, per chiarire i rapporti tra il presidente del Consiglio ed il Sindaco. Ma come ho detto prima: sarà mia cura confrontarmi con l’intera maggioranza: urge parlare chiaro per poter, meglio affrontare i problemi di Taormina, quelli che i cittadini hanno individuato votando il nostro programma elettorale”.  A proposito delle dichiarazioni di Raneri, il sindaco anticipa: “Dobbiamo vedere quali cose, secondo il presidente del Consiglio, non funzionano a Taormina Arte. Per quanto riguarda i lavori pubblici, mi sembra necessario precisare che i progetti per delle così dette incompiute sono “ripartiti” lo scorso anno in coincidenza con il nostro insediamento. In quel momento risultavano fermi. Siamo dovuti ripartire, praticamente, da zero, o quasi”. Mauro Passalacqua, insomma, pare non aver gradito gli ultimi eventi politici e amministrativi verificatisi nelle ultime settimane. Per questo, sembra di capire, chiede chiarezza nei rapporti tra istituzioni (presidenza del Consiglio) e maggioranza. Esplicito il riferimento alla giunta che, secondo le sue parole, “va riscritta con la revisione delle deleghe”. Passalacqua, inoltre, analizzando quanto detto e scritto a proposito della conferenza dei servizi sul porto turistico fissata per il prossimo 4 luglio, dal capogruppo del Pdl, Bruno De Vita dice: “La conferenza dei servizi non è stata fissata per valutare nuovi progetti. Prima di arrivare, eventualmente, a questo punto –continua-  è indispensabile cancellare i vecchi progetti. Il 4 luglio, quindi, la conferenza dei servizi è stata convocata per adempiere a questo compito. In seguito, per eventuali altri progetti, si vedrà”. “Ma perché –ribatte De Vita- il sindaco non ha detto queste cose in Consiglio. Non ci ha detto nemmeno se nel nuovo piano triennale è stato inserito un nuovo marine? Se è vero, come a noi risulta, ci appare indispensabile prima che il Piano arrivi in Consiglio che se ne parli in commissione, tra le forze politiche, compresa la minoranza. In base alle nostre informazioni –continua De Vita- pare, però, che si stia parlando di un progetto non tanto differente da quelli che si vogliono cassare. Se è così la nostra opposizione sarà durissima”. Il prossimo luglio sarà veramente caldo?

Leave a Response