Unione del Nisi, si spacca l’amministrazione di Alì

NIZZA DI SICILIA. Toni accesi alla riunione plenaria della costituenda Unione dei Comuni della valle del Nisi-area delle terme, che ha avuto luogo ieri mattina nell’auditorium di Nizza di Sicilia. Lo scontro riguarda il Comune di Alì e lascia presagire una crisi all’interno dell’amministrazione comunale. Il presidente del Consiglio, Pietro Fiumara ha detto che vuol vederci chiaro sul nuovo Ente si è detto poco convinto dello Statuto. In parole povere, ha preso le distanze dal sindaco di Alì Carmelo Satta e dal primo cittadino di Fiumedinisi, l’on. Cateno De Luca, al quale Satta fa riferimento. Aspre critiche sono emerse anche sull’orario della riunione, alle 8 di domenica mattina, peraltro nella giornata del Corpus Domini, dedicata alle prime comunioni. Fiumara ha chiuso l’intervento auspicando maggiore trasparenza e chiedendo ulteriore tempo ma la proposta è stata respinta. Perentoria la replica di De Luca e Satta. Attimi di bagarre, prima di tornare alla normalità. Adesso si guarda avanti e si vocifera che la soluzione potrebbe essere quella di un accordo della maggioranza con l’opposizione aliese per raggiungere l’obiettivo dell’adesione all’Unione. O, addirittura, c’è chi parla di probabili dimissioni di Satta per tornare alle urne. Ipotesi al momento remote, che riaprirebbero ferite non ancora sanate dell’ultima campagna elettorale. Tornando alla riunione plenaria di ieri, va detto che erano presenti numerosi consiglieri e assessori dei quattro comuni dell’Unione: Nizza, Fiumedinisi, Alì e Alì Terme. I lavori sono stati aperti dal sindaco di Nizza Giuseppe Di Tommaso e coordinati dai primi cittadini di Fiumedinisi, Cateno De Luca e di Alì Terme, Lorenzo Grasso. I primi approfondimenti sono stati chiesti dal consigliere di maggioranza di Alì Terme Rosario Oliva in merito al quorum necessario per la fuoriuscita di un Comune dall’Unione. Per il resto si è cercato di trovare una sintesi tra gli emendamenti e le istanze dei consiglieri di maggioranza e minoranza di Alì Terme e Nizza. Lunedì prossimo alle 20 è prevista l’ ultima riunione plenaria sempre presso l’Auditorium di Nizza di Sicilia, per verificare le ultime correzioni concordate nella riunione di ieri. L’approvazione dello Statuto è prevista entro il 30 giugno. “È stato un confronto  molto vivace e costruttivo – ha dichiarato al termine della seduta l’on. De Luca – che ci ha consentito di valorizzare i consiglieri comunali che, al di là di essere maggioranza o opposizione nel rispettivo comune, hanno manifestato un particolare interesse costruttivo con la presentazione di emendamenti e suggerimenti in gran parte condivisi e finalizzati a rendere giustizia al lavoro svolto in questi mesi. Grazie a loro – ha aggiunto De Luca – è stato possibile individuare soluzioni statutarie concretamente operative in coerenza con i principi che hanno ispirato i comuni della Valle del Nisi – Area delle Terme ad uscire dall’attuale unione dei comuni delle Valli Joniche dei Peloritani ed a costituirne una nuova”.

Leave a Response