Furci Siculo. Somme urgenze, atti alla Corte dei conti

FURCI – Lavori di somma urgenza e variazioni di bilancio nel mirino della maggioranza consiliare. Le contestazioni all’amministrazione comunale sono contenute in un documento inviato alla Procura generale della corte dei conti, alla sezione di controllo delle Autonomie locali della Corte dei conti, al Prefetto, alla Regione ed al revisore dei conti. I riflettori sono stati puntati su alcune variazioni di bilancio della Giunta “la cui competenza – sostengono i consiglieri di maggioranza – era del Consiglio comunale. Ed inoltre, sulla ratifica di lavori di somma urgenza “oltre i termini previsti dalla legge con la conseguente creazione di presunti debiti fuori bilancio”. Il documento è stato firmato da Carmelo Andronaco, Sebastiano Foti, Beniamino Lo Giudice, Carmelo Moschella, Alessandro Niosi, Saverio Palato, Carmelo Pugliatti, Ivan Riganello e Tino Vinci. “L’amministrazione comunale – viene sottolineato – nonostante sia stata ripetutamente diffidata da questo gruppo consiliare, ancora oggi non ha fatto pervenire in aula le suddette variazioni”. Vengono citate cinque delibere di Giunta del 31 dicembre del 2008 inerenti la regolarizzazione di somme urgenze concernenti la ristrutturazione di un tratto della condotta fognaria sul lungomare (del 20 ottobre e del 15 settembre del 2008), il servizio di raccolta differenziata e la riparazione dell’autocompattatore (fatti risalenti al 30 ottobre e al 24 novembre del 2008). “Per i lavori pubblici di somma urgenza in merito al verificarsi di un evento eccezionale o imprevedibile – spiega la maggioranza – l’ordinazione fatta a terzi è regolarizzata, a pena di decadenza, entro trenta giorni e comunque entro il 31 dicembre dell’anno in corso se a tale data non sia scaduto il predetto termine… Alla luce di quanto avvenuto e delle leggi vigenti in materia – aggiungono i firmatari del documento – abbiamo deciso di inviare gli atti deliberativi agli organi preposti per la salvaguardia della regolarità dell’attività amministrativa affinchè venga fatta chiarezza sulle procedure adottate  e sulla veridicità dei documenti contabili e vengano adottati i provvedimenti di competenza”.

Leave a Response