Pagliara. Giovane ucciso per strada con una coltellata

PAGLIARA – Un giovane di 25 anni, Lauro Fausto Miorin, residente a Calatabiano, in provincia di Catania,è rimasto ucciso ieri sera alle 22 nella frazione Rocchenere di Pagliara, piccolo comune della provincia ionica di Messina, in seguito ad una colluttazione, durante la quale è stato colpito al fianco con un coltello per uso domestico. Con l’accusa di omicidio i carabinieri hanno arrestato Salvatore Golfo, 48 anni, abitante a Pagliara, originario di Savoca. Dai primi accertamenti eseguiti dagli inquirentii, che sarebbero suffragati anche da alcune testimonianze, sembra verosimile l’ipotesi che l’omicidio sia maturato a seguito di dissidi di natura privata tra la madre della vittima e il presunto omicida, Salvatore Golfo. Durante la lite sono rimaste lievemente ferite tre persone. Sul conto di Golfo i carabinieri avrebbero raccolto importanti elementi probatori in merito al fatto di sangue, ancora da chiarire. Nella versione fornita dai militari dell’Arma viene evidenziato che  lo scorso 9 giugno è stata raccolta una denuncia della donna, che si sentiva perseguitata dall’uomo con la quale avrebbe interrotto una convivenza. Sul luogo del delitto, dove è stato effettuato un approfondito sopralluogo, condotto dagli specialisti del Comando provinciale di Messina, i carabinieri della caserma di Roccalumera, al comando del maresciallo Santo Arcidiacono, hanno rinvenuto anche l’arma utilizzata per il delitto: un coltello, per uso domestico, di media grandezza, sottoposto a sequestro insieme ad altri coltelli dello stesso modello, rinvenuti in seguito ad una perquisizione domiciliare. I carabinieri hanno riferito all’Autorità giudiziaria di Messina sulle indagini espletate e sono tutt’ora  in corso accertamenti per chiarire l’esatta dinamica dell’omicidio e le cause scatenanti della colluttazione poi sfociata con la morte del 25enne.

Leave a Response