Scaletta esce ufficialmente dall’Unione dei Comuni

SCALETTA ZANCLEA – Buona la… terza. Ci sono volute tre sedute del Consiglio comunale di Scaletta Zanclea per approvare la proposta di recesso dall’Unione dei Comuni Valli Joniche dei Peloritani. Dopo due votazioni in cui serviva la maggioranza qualificata, nell’ultima riunione dell’assemblea cittadina era necessaria la maggioranza assoluta. Così, nulla ha potuto l’opposizione che sin dal primo momento si era dichiarata contraria all’abbandono dell’Unione e era riuscita con il voto sfavorevole a stoppare l’iter. La proposta di recesso è passata con i 7 voti a favore della maggioranza che sostiene il sindaco Mario Briguglio. Come è ormai noto i Comuni di Scaletta e Itala hanno deciso, per svariate ragioni, di lasciare l’Unione Valli Joniche e di costituire insieme un nuovo ente. Nel corso dell’ultimo civico consesso si è discusso anche del protocollo d’intesa con Itala concernente la realizzazione di una via di fuga, con eliporto, a servizio di Itala centro e delle frazioni Quartarello, Mannello, Borgo Marina di Itala e di Guidomandri Superiore e Marina, nel Comune di Scaletta. Su proposta del presidente del Consiglio, Guido Di Blasi, l’approvazione del protocollo d’intesa è stata rinviata all’unanimità. Maggioranza e opposizione hanno infatti preso tempo per avere chiarimenti sul progetto, soprattutto sotto il profilo dell’impatto ambientale.

Leave a Response