S. Teresa. Ato inadempiente, il Comune corre ai ripari

S. TERESA – Sarà l’Amministrazione comunale a farsi carico della pulizia del cimitero e del decespugliamento delle aree pubbliche. E lo stesso potrebbe essere fatto per strade, piazze e slarghi comunali. La drastica decisione è stata presa dal sindaco Alberto Morabito di fronte all’inadempienza dell’Ato. Alla società d’ambito tocca infatti non solo la raccolta e lo smaltimento della spazzatura ma anche la pulizia del paese. Solo che a causa dei ben noti problemi vissuti negli ultimi tempi dall’Amia, che svolge materialmente il servizio, la pulizia è sensibilmente peggiorata, tanto che molte aree del paese risultano oggi immerse nel degrado. Esempio palese è il cimitero comunale, dove i vialetti risultano sporchi e i cestini per i rifiuti non vengono svuotati con la necessaria regolarità. Per questo motivo il Comune ha organizzato alcune squadre di operai che a turno garantiranno la manutenzione della struttura. Analogo provvedimento è stato preso per la cura del verde pubblico. In questo caso, però, le opere di decespugliamento saranno affidate ai privati. L’Ufficio tecnico si sta occupando degli incartamenti necessari all’assegnazione degli interventi. Quasi certamente, dunque, si aprirà un contenzioso tra Comune e Ato. La convenzione in atto prevede infatti che sia quest’ultimo ente ad occuparsi dei servizi che invece l’Amministrazione si appresta ad effettuare a proprie spese. Logico che il Comune tenterà poi di rivalersi sull’Ato. Tra l’altro, pare che sia stata la stessa società d’ambito ad alzare “bandiera bianca”, con una lettera indirizzata al Comune nella quale si spiegherebbe che, per il momento, l’unico servizio a poter essere garantito sarebbe quello dello svuotamento dei cassonetti. Ma se S. Teresa centro non gode di uno splendido momento di forma, meglio non va nella frazione Misserio, dove proprio ieri c’è stato un sopralluogo dell’assessore Natale Rigano, invitato dal consigliere Vittorio Chillemi. Quest’ultimo ha fatto notare che bisogna urgentemente effettuare la pulizia delle strada, dall’ingresso del paese fino all’icona della Madonna del Tindari. Inoltre, Chillemi ha mostrato lo stato di abbandono della villetta in contrada Padano e della strada per Fautarì. L’assessore Rigano ha preso nota promettendo interventi.

Leave a Response