Itala. Cacciola strizza l’occhio a Caminiti

ITALA – Ambienti politici in fermento al Comune di Itala. Nel corso dell’ultima riunione del civico consesso il consigliere comunale di minoranza Giuseppe Caminiti (“Per il futuro di Itala”) ha annunciato ufficialmente la sua fuoriuscita dal gruppo. Lo stesso ha sottolineato che d’ora in avanti assumerà una posizione “autonoma e indipendente” in seno all’assemblea, senza preconcetti: né nei confronti della maggioranza, né tanto meno dell’opposizione. La situazione, tuttavia, potrebbe fare registrare, anche se non nell’immediato futuro, ulteriori sviluppi. “Il dato al momento certo – sottolinea il vicesindaco, Salvatore Cacciola – è che questa frattura indebolisce il gruppo di opposizione, che perde un consigliere. Il resto è da vedere”. Il numero due dell’amministrazione comunale aggiunge però che “non è affatto esclusa la possibilità di incontri e di dialogo tra il nostro gruppo politico, che sostiene il primo cittadino, Antonio Miceli e Caminiti”. Salvatore Cacciola, insomma, non esclude “in futuro, un eventuale passaggio di Caminiti con la maggioranza, nell’intento di sviluppare iniziative valide e costruttive, alla luce del sole, esclusivamente nell’interesse della comunità italese”. Il vicesindaco ricorda, tra l’altro, che “la rottura in seno all’opposizione non è maturata in questi giorni, tutt’altro. A mio avviso – sostiene Cacciola – già due anni addietro, all’indomani della tornata elettorale, le posizioni all’interno della minoranza era divergenti. Con il passare del tempo, subito dopo l’insediamento dell’attuale amministrazione, si è cominciato a notare che la compattezza andava scemando. Si registrarono evidenti dissensi sulla nomina del capogruppo – prosegue Cacciola – ed emersero in più occasioni dichiarazioni sovrapposte e distine, in aula, tra il capogruppo di minoranza, Sebastiano D’Angelo e lo stesso Caminiti”. In parole povere, la fuoriuscita di Caminiti dalla compagine “Per il futuro di Itala” (che alle ultime amministrative è capitolata per soli quattro voti di differenza) non è giunta come un fulmine  a ciel sereno. Da tempo tutti sapevano ad Itala dei “dissapori”, della mancata condivisione delle iniziative del gruppo, da parte di Caminiti. Mancava il crisma dell’ufficialità che è giunto nel corso dell’ultima riunione del Consiglio. 
 

Leave a Response