Turismo, 2008 anno nero per Taormina e la Sicilia

TAORMINA – Non è stato possibile redigere il quadro complessivo del movimento turistico in Sicilia del 2008, anno nero per il turismo in Sicilia. I calcoli e le registrazioni pubblicati dalla Regione, quindi, sono, ufficialmente monchi, privi di vero significato. La provincia di Messina, infatti, non ha, ancora, fornito i dati completi delle presenze e degli arrivi del 2008. L’assessorato regionale al Turismo, quindi, ha pubblicato un quadro riassuntivo incompleto. Nei conteggi, infatti, mancano i mesi di altissima stagione (d’estate e di fine anno) nella provincia più gettonata di Sicilia. Mancano, in totale 6 mesi, anche per quanto riguarda Taormina, Giardini Naxos, Isole Eolie, Letojanni e Castelmola, vale a dire il comprensorio che, da solo, rappresenta circa il 30 per cento dell’intero fatturato turistico siciliano. La mancata contabilizzazione dei dati di Taormina, comunque, ha tutti i connotati del giallo. L’Azienda Soggiorno e Turismo di Palazzo Corvaja (ufficio dell’Assessorato regionale al Turismo), infatti, nel gennaio di quest’anno, ha reso puntualmente noto il calcolo dei movimenti turistici per l’intero 2008. Taormina, secondo il bollettino dell’AAST, l’anno scorso, ha fatto registrare 922.063 presenze: il calo rispetto al 2007 è stato dell’11,44 per cento. Considerato  che a Giardini Naxos è, ancora, in attività un’altra AAST, c’è da ritenere che alla Regione siano arrivate per tempo anche le rilevazioni effettuate negli impianti ricettivi giardinesi. A Giardini Naxos, nel 2008, le presenze sono state poco meno di 800.000. Lo stesso discorso vale per l’arcipelago delle Eolie che vale, almeno, 500.000 presenze, compreso il settore extralberghiero. Non si capisce, quindi, perché gli elaborati resi noti nei giorni scorsi dalla Regione siano rimasti monchi.  Da ritenere, però, che, anche conteggiando i dati della provincia di Messina, non si riuscirebbe a colmare le secche perdite negli arrivi e nelle presenze determinatesi lo scorso anno. La Regione, comunque, ha ufficializzato il calo sia negli arrivi che nelle presenze di italiani e stranieri. Nel 2008, gli arrivi sono stati 3.676.185 (nel 2007 furono 4.068.931) con un calo del 9,6% mentre le presenze 11.693.788 (12.351.870 nel 2007) con un calo del 5,33%. L’Osservatorio turistico dell’assessorato regionale al turismo ha, infatti, pubblicato sul proprio sito le statistiche turistiche dello scorso anno. Nel settore alberghiero gli arrivi italiani sono stati 1.991.504 (in calo del 7,10%) e le presenze italiane 5.722.967 (-2,84%) mentre per quel che riguarda gli stranieri, gli arrivi sono stati 1.320.174 (-13,30%) e le presenze 4.496.256 (-9,79%). Nel settore extralberghiero, invece, gli arrivi italiani sono stati 231.698 (-10,19%) e le presenze 976.499 (-0,19%), mentre gli arrivi stranieri 132.809 (-8%) e le presenze 498.066 (-0,96%). Per quel che riguarda le province, il calo peggiore di arrivi si è avuto a Siracusa (-16,26%) seguita da Palermo (-13,49%) mentre la migliore è stata Caltanissetta (+2,25%). Enna invece si è mantenuta stabile (-0,77%). Per quel che riguarda le presenze crescono Enna (+40,29%), Caltanissetta (+7,92%) e Siracusa (+6,83%). In calo invece Trapani (-13,86%) e Palermo (-8,77%).Ultima osservazione: anche i dati di Trapani sono aggiornati a giugno 2008.

Leave a Response