Abbazia di Casalvecchio, piano per la valorizzazione

S. TERESA. Avviato l’iter per l’inserimento dell’abbazia dei Santi Pietro e Paolo d’Agrò, che sorge sul territorio di Casalvecchio Siculo, nel patrimonio mondiale dell’Unesco. Presso la sede dell’Unione dei Comuni delle Valli Joniche, nel Palazzo della Cultura, si è svolto un tavolo tecnico convocato dal presidente dell’Unione, Nino Bartolotta. Presenti anche il presidente del Consiglio dell’Unione, Romualdo Santoro, l’assessore provinciale alla Cultura, Mario D’Agostino, i consiglieri provinciali, Matteo Francilia, Lalla Parisi e Nino Muscarello, gli arch. Rosario Vilardo e Daniele Tefa della Soprintendenza ai Beni culturali di Messina, il sindaco di Casalvecchio, Onofrio Rigano, il presidente di Archeoclub, Santino Mastroeni e l’Osservatorio permanente dei Beni culturali al gran completo. Tutti concordi nel ritenere l’iniziativa un’ottima soluzione per la valorizzazione e la fruizione dell’importante bene architettonico, anche e soprattutto in un’ottica di sviluppo comprensoriale. Il prossimo passo concordato durante il tavolo tecnico è la formazione di un comitato, composto da enti istituzionali e forze imprenditoriali, che si occuperà della predisposizione degli atti necessari all’istanza. Probabile una nuova riunione, questa volta pubblica, da tenersi verso la fine di giugno in occasione della festa dei Santi Pietro e Paolo d’Agrò. 

Leave a Response