Unione dei Comuni jonici, gestione servizi in sinergia

S. TERESA DI RIVA – L’esecutivo dell’Unione dei Comuni delle Valli joniche dei Peloritani ha avviato in modo concreto la procedura per la gestione di servizi ed interventi in forma associata. Lo ha fatto con uno stanziamento, per l’ammontare di 100mila euro. La giunta, su proposta del presidente dell’Unione, Nino Bartolotta, ha deciso di destinare i soldi per la gestione in forma associata dei corridoi ecologici che sorgono lungo le sponde del torrente Agrò, che si affacciano sui Comuni di S. Teresa di Riva, S. Alessio, Casalvecchio, Savoca e dell’alta Vallata. “Siamo in attesa – ha dichiarato il presidente Bartolotta – che il Rup (responsabile unico della progettazione),  l’ing. Carmelo Trimarchi, comunichi alle municipalità dell’Agrò l’avvenuto collaudo dei lavori inerenti la realizzazione dei corridoi. Dopodiché l’Unione sarà pronta ad espletare la gara d’ appalto per l’affidamento degli interventi di manutenzione. Ciò – ha proseguito Bartolotta – oltre a sgravare economicamente dei relativi costi i singoli Comuni, permetterà di garantire una migliore, razionale ed unica gestione dell’importante opera”. Nel corso della stessa assemblea, l’esecutivo ha approvato e deliberato la virtuale ripartizione del territorio dell’Unione in tre Atf (Aree territoriali funzionali). L’Atf 1 è la più grande e comprende: Santa Teresa di Riva, Sant’Alessio Siculo, Savoca, Casalvecchio Siculo, Antillo, Limina, Forza d’Agrò e Roccafiorita. Un territorio sul quale risiedono 16.424 abitanti. L’Atf 2 abbraccia Roccalumera, Pagliara, Mandanici e Furci Siculo (9541 abitanti). La terza riguarda Scaletta e Itala (4128 residenti). L’individuazione delle aree in seno all’Unione è strettamente collegata alla gestione associata di alcuni interventi. “L’obiettivo – ha spiegato il presidente Nino Bartolotta – è quello di rendere tale gestione più incisiva e celere”. La giunta, infine, ha deliberato su proposta del vice presidente, Gianni Miasi, il patrocinio dell’Unione in merito all’iniziativa a favore dell’Istituto comprensivo “Comenio” di Scoppitto in Provincia dell’Aquila. Gli studenti di quella scuola, dallo scorso lunedì, sono in visita nel territorio della riviera jonica su invito della dirigente dell’Istituto comprensivo di Roccalumera, Enza Interdonato.  In questi giorni visiteranno tra l’altro anche le città di Messina e Catania.

Leave a Response