Cinque arresti dei Cc, uno a Santa Teresa di Riva

S. TERESA DI RIVA –  I carabinieri della Compagnia di Taormina hanno arrestato a S. Teresa di Riva in flagranza di reato per violazione degli obblighi della sorveglianza speciale un 65enne messinese. In manette è finito Nunzio De Salvo, residente a Messina, impiegato, sottoposto alla misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Messina.
A Messina, un 45enne messinese, fermato nel corso di un servizio di controllo del territorio, aggredisce i carabinieri e viene arrestato. Si tratta di Giuseppe Scuderi, 45 anni. L’uomo era stato notato scendere dalla propria autovettura ed inveire contro una donna. I carabinieri lo hanno più volte invitato alla calma ma Scuderi si è scagliato contro di loro.
Altro arresto a Messina ad opera dei carabinieri della Compagnia di Messina centro. In manette Angelo Pispisa, 38 anni. L’uomo, rintracciato nella sua abitazione, indiziato di maltrattamenti in famiglia, alla vista dei carabinieri ha aggredito i militari.
Sempre i carabinieri hanno tratto in arresto una donna in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare. In carcere è finita Angela Santapaola, 43 anni. La donna è ritenuta responsabile dei reati di resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni ed ingiurie. Angela Santapaola deve scontare una pena di sette mesi di reclusione per resistenza a pubblico Ufficiale, lesioni ed ingiurie.

Infine, Importante operazione portata a termine dai Carabinieri del Nucleo operativo radiomobile dalla Compagnia di Patti, che hanno tratto in arresto un latitante rumeno ricercato da maggio 2008. Marius Ionescu, questo il nome del 33enne arrestato, deve scontare in Romania una condanna a 5 anni di reclusione per omicidio preterintenzionale e furto, commessi il 3 marzo 2005 nel suo paese di origine. In qul periodo, dopo aver rubato materiale metallico in una azienda di Mures (Romania), nel tentativo di scappare e rimanere impunito per il reato appena compiuto, ha ingaggiato una colluttazione violenta con il vigilantes dell’azienda che lo voleva bloccare, provocandone prima il ferimento grave e poi la morte.

 

Leave a Response