Ai messinesi Bellini-Gregorio il Rally Phoenix Taormina

SANTA TERESA.RIVA (Messina) –  L’equipaggio messinese composto da Filippo Bellini e Alessandra Gregorio a bordo di una Mitsubishi Lancer Evo IX si è aggiudicato la sesta edizione del Rally Phoenix Taormina e Comprensorio Jonico, quarta prova del Challenge di Zona, organizzata dal Team Automobilistico Phoenix.

La coppia della scuderia Sikelia ha in pratica guidato la gara fin dal sabato quando si è aggiudicata la prova spettacolo di Santa Teresa Riva, primo dei 10 appuntamenti con il cronometro.  Poi si è limitata a controllare gli avversari che via via si piazzavano alle loro spalle. A cominciare da Novelli, vincitore della seconda P.S. e poi costretto al ritiro per noie al motore della sua Renault Clio, per poi proseguire con l’alcamese Trupiano che vincendo anche l’ultima prova si è brillantemente piazzato sul secondo gradino del podio primeggiando anche in Gruppo R. Alle sue spalle con un finale emozionante che gli è anche valso quattro vittorie nelle ultime P.S. si è classificato il messinese Pistone con la più veloce delle Super1600, la Renault Clio del Messina Racing Team.

Poca fortuna per uno dei favoriti della gara, il nizzardo Briguglio (Peugeot 207 S2000), partito ad handicap per il tempo perso nella prova spettacolo del sabato e nei primi due passaggi della domenica, ma poi decisamente in “palla” tanto da vincere quattro prove speciali di seguito prima di abbandonare, consolandosi con la vittoria nel Trofeo Antonio Stracuzzi. Troppo presto fuori gara anche la Punto S2000 di La Torre.

Subito sotto il podio finiva Carmelo Molica, al quale ha dato via libera l’incisivo pugliese Bergantino, ritiratosi prima dell’ultima prova, seguito da Guidara e da Sicilia che ha acciuffato un insperato sesto posto dopo il ritiro nelle battute finali della velocissima Peugeot 106 di D’Arrigo. Ultime battute col coltello fra i denti per Mistretta che negli ultimi chilometri riusciva a scavalcare Segreto e Leo rimediando un settimo posto agrodolce dopo un incontro ravvicinato con un muretto che dal quarto posto di metà gara lo aveva catapultato fuori dai primi dieci.

Vittoria in N3 ed ottavo posto per Segreto davanti ai coniugi Leo, attardati da un testacoda, ed all’altra N3 di Palazzo-Salemi.

Lo Challenge di Zona si dirige ora sugli sterrati corleonesi del Rally Conca d’Oro con al comando la Peugeot 106 N2 del giovanissimo Andrea Nucita, tredicesimo assoluto.

La Classifica: 1. Bellini-Gregorio (Mitsubishi Lancer Evo IX) in 42’25”7; 2. Trupiano-Tripolino (Renault New Clio RS) a 13”9; 3. Pistone-Rizzo (Renault Clio S1600) a 19”4; 4. Molica Franco-Pintaudi (Renault New Clio RS) a 49”0; 5. Guidara-Maurotto (Renault Clio S1600) a 58”9; 6. 6. Sicilia-Cambria (Mitsubishi Lancer Evo 10) a 1’02”4; 7. Mistretta-Cangemi (Renault New Clio RS) a 1’02”5; 8. Segreto-Bartolini (Renault Clio RS) a 1’04”2; 9. Leo-Duro (Peugeot 106 Rally) a 1’07”3; 10. Palazzo-Salemi (Renault Clio RS) a 1’09”6.

 

 

Leave a Response