Taormina. Prg, tour de force per analisi osservazioni

Giuseppe Monaco

TAORMINA- Il completamento dell’iter per l’approvazione del nuovo Piano regolatore generale pare vicino.  Il presidente del Consiglio comunale, Eugenio Raneri, infatti, ha programmato un tour de force per l’analisi delle quasi 170 osservazioni  alla bozza del progetto presentate da enti e privati. Per tutte le sedute programmate, l’ordine del giorno è: Esame, osservazioni e delle opposizioni al progetto di revisione generale del Prg vigente adottato con deliberazione del consiglio comunale n.23 del 2004”. Si tratta di un’operazione di estrema delicatezza al termine della quale i tecnici potranno concludere le procedure tecnico amministrative che sono indispensabili per chiudere il progetto in maniera tale da poterlo inviare all’assessorato regionale al territorio ed ambiente che dovrà dare il definitivo assenso oppure ritornare l’incartamento al Comune con osservazioni, indicazioni e prescrizioni. In ogni caso, l’inserimento nell’ordine del giorno del dibattito pubblico delle osservazioni al Prg serve a scongiurare l’arrivo di un commissario ad acta. “Era indispensabile – commenta Giuseppe Composto del Pdl – partire con i lavori per l’analisi delle osservazioni. Troppo il ritardo accumulato per questa pratica. Per quanto riguarda la nostra posizi9ne in questa materia, abbiamo sollecitato il dibattito in tutte le maniere e siamo arrivati a richiedere un’autoconvocazione del consiglio comunale”. La Regione, invece, visti i ritardi accumulati dalla pratica, aveva minacciato la nomina di un funzionario  per l’adozione dei provvedimenti di legge. Il PRG, quindi, contrariamente a quanto temuto e paventato dall’apposizione, sarà “varato” dai rappresentanti politici della città. In totale, Raneri, ha previsto 7 sedute di Consiglio, quelle che, probabilmente, serviranno per studiare le 170 osservazioni presentate. A maggio il consiglio si riunirà martedì 26 e giovedì 27. I lavori continueranno a giugno nei giorni: mercoledì 3; martedì 9; mercoledì 10; martedì 16; mercoledì 17. Se non saranno necessarie altre sedute, quindi, ad inizio della seconda parte di giugno, il PRG sarà, quasi, pronto per essere inviato a Palermo, per l’approvazione finale. “Le osservazioni –ha detto recentemente il presidente Raneri- sono state già esaminate dalla competente commissione consiliare. Questo vuol dire che gran parte del lavoro di studio è stata fatta”. Secondo il presidente, quindi, è prevedibile che il passaggio in consiglio si possa trasformare in una semplice pratica di verifica.

Leave a Response