Tennis. Serie D2, S. Teresa ai nastri di partenza

S. TERESA – Sono stati sorteggiati dal Comitato Regionale della Fit i calendari che comporranno i 4 gironi del Campionato regionale di tennis serie D2 che prendera’ il via domenica 17 maggio. Il Tennis Club Junior Santa Teresa di Riva, del presidente Angelo Casablanca e’ stato inserito nel girone “C” insieme al Tc Gangi, Tc Romano di Belpasso, Tc Capo D’Orlando, Tc Le Roccette di Mascalucia, Tc Fiumefreddo e Asd Filari di Rometta. Il girone si presenta molto duro per la formazione santateresina considerando che alcuni importanti scontri che varranno sia i play off che i play aut si disputeranno lontani dalle mura amiche (vedi match con il Belpasso, Mascalucia e Rometta rispettivamente il 24/5, 31/5, 21/6), oltre che su superfici sfavorevoli per gli stessi atleti (terra battuta, erba sintetica). In compenso altri match decisivi verranno giocati in casa (cemento), esattamente con Tc Gangi, all’esordio il 17 maggio, Tc Capo D’Orlando, il 7 giugno e Tc Fiumefreddo, a chiudere il 28 giugno. Successivamente, nel mese di luglio ed agosto, il torneo si concluderà con i play off e i play out. Riguardo al club santateresino, la rosa è composta dal capitano Giuseppe Scarcella, santateresino “doc” e dai tre messinesi Claudio Armellini, Andrea La Valle e l’inossidabile Pippo Oteri, ormai santateresino d’adozione visti gli otto anni di militanza nel sodalizio jonico. Si punta anche sulle prestazioni di Claudio Armellini fresco di scalata in classifica, dove è diventato “D2”, seppur ultimamente alle prese con una fastidiosa tendinite e di Andrea La Valle, rinvigorito dall’inizio della nuova stagione agonistica.  “Indiziate alla vittoria del girone che varra’ il salto diretto in serie D1 per valori di classifiche ed  abbondanza di organico sono il Filari di Rometta e il Fiumefreddo  – commenta il capitano Scarcella –  poi, tra noi ed il resto delle squadre inserite nel girone. Per il resto – continua Scarcella  – come da almeno 4 anni a questa parte, conosco bene il nostro campionato che si presenta molto duro per la risicatezza dell’organico a disposizione e per la quantita’ di partite da giocare con gli stessi atleti, ma noi lo sappiamo benissimo ed e’ per questo che con grande spirito di sacrificio e con la passione che ci accompagna cercheremo ancora una volta di fare l’ennesimo miracolo”.

Leave a Response