Forestali, raggiunto accordo per riordino del settore

PALERMO – Firmato dopo mesi di trattative e una riunione fiume di otto ore presso la Presidenza della Regione Siciliana l’accordo quadro sul riordino del settore Forestale in Sicilia. Un’intesa che solo nella provincia di Messina interessa circa quattromila lavoratori forestali. La Fai Cisl di Messina definisce “un grandissimo risultato quello ottenuto grazie alla tenacia del segretario regionale Fabrizio Colonna e del segretario organizzativo della Cisl Sicilia Armando Zanotti. Più volte durante la riunione – ha affermato il segretario generale della Fai di Messina, Calogero Cipriano – si è rischiato la rottura delle trattative che avrebbe significato sciopero generale per i lavoratori forestali siciliani. Invece è stato raggiunto il massimo che potevamo, soprattutto in un momento di crisi come questo per una categoria di lavoratori senza alcuna certezza di continuità occupazionale. Con questo accordo diamo un po’ di respiro alle famiglie”.
Il protocollo d’intesa, firmato alla presenza del Presidente della Regione Raffaele Lombardo, prevede il pagamento delle spettanze arretrate a partire dal 1 luglio 2009 per il 25% e con altre due erogazioni per il 35% entro il 2010 e il rimanente 45% entro il 2011.
Ma il grande risultato è rappresentato soprattutto dall’aumento delle giornate lavorative per le tre fasce dei forestali. I “settantottisti” passano a 90 giornate nel 2009 e a 101 nel 2010; i “centounisti” e gli operatori antincendio passano a 130 giornate nel 2009 a 151 nel 2010; i “centocinquantunisti” passano a 165 giornate nel 2009 a 180 nel 2010.

“E’ stata condivisa – sottolinea Cipriano – la necessità di un rafforzamento degli interventi nel settore forestale che rappresenta una priorità strategica nel quadro delle politiche di sviluppo del territorio e di crescita della comunità isolana”.
Nel corso della riunione è stata confermata l’esigenza di un provvedimento legislativo di riordino e di ammodernamento del settore e delle competenze in materia di salvaguardia, recupero, valorizzazione e fruizione del patrimonio boschivo, naturalistico e ambientale. Il Governo si è impegnato a individuare obiettivi di accrescimento delle opportunità di intervento nel settore che potranno consentire l’incremento delle attuali condizioni occupazionali.
Inoltre, l’assessore al Lavoro si è impegnato a precisare meglio il contenuto della circolare che ha prodotto confusione nell’aggiornamento delle graduatorie antincendio.
“Importanti risultati – conclude Cipriano – in termini di giornate lavorative e dal punto di vista economico. Un risultato ottenuto senza ricorrere a scioperi, ma trattando con la controparte come da indicazione nazionale della Cisl. Adesso ci ritroveremo attorno a un tavolo per discutere del nuovo contratto integrativo regionale. C’è l’impegno della Regione ad aprire le trattative il 15 giugno e a concluderle entro e non oltre il 31 luglio 2009”.

Leave a Response