Taormina. Turismo, le previsioni per l’estate

TAORMINA – Ora ci sono le informazioni necessarie per mettere a punto un piano operativo per affrontare la ormai imminente stagione calda.  Sono gli studi e le analisi elaborate, su scala nazionale, da esperti e associazioni di categoria. Sapendo cosa può accadere sul piano delle prenotazioni e degli arrivi, infatti, amministrazione comunale e operatori privati possono definire programmi e trovare soluzioni ai più scottanti problemi cittadini. Le informazioni che, in questo periodo, circolano sono quelle dell’Unioncamere. A poche settimane dall’avvio ufficiale dell’estiva, un italiano su due non ha ancora prenotato la propria vacanza. A lasciar bene sperare, però, è la grossa fetta costituita da chi invece la vacanza l’ha almeno pianificata. Una prima analisi è contenuta nel rapporto Unioncamere 2009, da cui si evince la tendenza che indica un calo delle vacanze lunghe in Italia, di quelle brevi all’estero e una crescita dei soggiorni in appartamento anziché in hotel. Una miscela che fa sì che circa il 48% degli italiani non abbia ancora prenotato una vacanza per quest’estate. “A lasciare ben sperare – si legge nel rapporto – è il 52,3% della popolazione, pari a 24,7 milioni di persone, che dichiara di averla già pianificata”.
Unioncamere ha analizzato l’andamento delle prenotazioni di camere alberghiere nel periodo gennaio-giugno di quest’anno. A fronte di un primo trimestre in cui le imprese ricettive hanno impiegato circa il 37% delle camere disponibili, dato in lieve calo sul 2008, le prenotazioni registrate nel secondo trimestre si attestano su valori “’piuttosto bassi” rispetto allo scorso anno. Nel primo trimestre 2009, inoltre, gli italiani hanno fatto oltre 15 milioni di vacanze, in calo del 5% rispetto allo stesso trimestre 2008. Se queste sono le indicazioni, pare opportuno guardare, con attenzione, alle soluzioni operative.  Per la verità non pare ci sia bisogno di escogitare soluzioni particolari. Basterebbe rivedere i programmi elettorali, guardare al passato, verificare le cose fatte e, quindi, varare un piano operativo. Necessario  interessarsi della promozione degli spettacoli in cartellone, alla valorizzazione della cultura e delle tradizioni locali, all’ideazione di, anche mini,  a pacchetti promozionai da ideare con la partecipazione delle strutture commerciali.  Arrivati alla vigilia della stagione estiva, non si può certo fare di più. Qualcosa di nuovo, invece, potrebbe verificarsi sul piano dei servizi di viabilità e controllo. L’amministrazione sta, infatti, cercando di accelerare i tempi per la messa in opera del sistema di video controllo per le auto in entrata nelle zone a traffico limitato. Non è possibile, al momento, sapere se i tempi d’attuazione, indicati solo alcune settimane fa, saranno rispettati. Le telecamere, forse, entreranno in attività dopo l’estate. Comunque, amministrazione e comando del Corpo di Polizia Municipale sono mobilitati per tentare di far scattare almeno una parte del progetto. In coincidenza con l’estate, quindi, potrebbero essere messi in funzioni i controlli telematici in due dei cinque “varchi” previsti. Intanto, pare sempre più probabile l’arrivo di una squadra di vigili provinciali da affiancare allo striminzito organico dei vigili urbani di Taormina. Le trattative tra il sindaco, Mauro Passalacqua, e il presidente della Giunta della Provincia, Nanni Ricevuto, sembrano arrivate a buon punto e potrebbero essere definite nei prossimi giorni. L’amministrazione, inoltre, ha mobilitato MessinAmbiente per definire servizi di pulizia delle spiagge. Previsto, anche, il potenziamento della pulizia del centro storico con particolare attenzione al Corso ed alle stradine della zona medievale, via Teatro Greco e Via Timeo. A breve dovrebbe tornare in funzionale la “lava strade”, il camion munito di pompe che nella scorsa estate servì a rendere il cuore della città più “vivibile”. Quest’anno, prima dell’estate, potrebbe essere deciso di pulire, in maniera decisa e curata, le più importanti piazze del centro, ad iniziare da piazza IX Aprile, vale a dire uno dei belvedere più famosi d’Italia.

Leave a Response