Taormina. Giovedì seduta del Consiglio a Trappitello

                     Giuseppe Monaco
TAORMINA – Giovedì, con inizio alle 17,00, nei locali dell’Istituto comprensivo n. 2, il Consiglio comunale si riunirà a Trappitello, la più popolosa frazione di Taormina. Lo ha stabilito il presidente, Eugenio Raneri che, con molta probabilità, ha recepito una richiesta dell’amministrazione. La celebrazione delle assemblee cittadine in sedi decentrate faceva, infatti, parte del programma della coalizione che ha appoggiato la candidatura a sindaco di Mauro Passalacqua. In sostanza, quindi, la maggioranza ha inteso rispettare un impegno preso con gli elettori. Una decisione che serve a “qualificare” il grande quartiere cittadino che si trova a circa 10 chilometri dal centro storico. In ogni caso, mandando in trasferta in Consiglio comunale, si offre la possibilità di portare la massima istituzione democratica dell’ente comune in periferia. Gli abitanti di Trappitello, da sempre, si sentono emarginati,  per certi aspetti, considerati cittadini di serie B. Non senza una ragione: ancora oggi non è stato indicato quale futuro deve avere la frazione,  non è stato deciso il suo assetto urbanistico; l’agglomerato urbano manca di strade e di diversi servizi; ospita, però uffici a carattere comprensoriale. Spostando il Consiglio comunale, amministrazione attiva e consiglio comunale sembrano intendano intervenire proprio su questo aspetto della vita cittadina. Cercano di attuare uno dei cardini del processo di potenziamento della democrazia partecipata. Giovedì, quindi, il cuore politico di Taormina, vale a dire l’assemblea cittadina che politicamente rappresenta l’intera città, abbandona Palazzo dei Giurati e si sposta a Trappitello mettendo, così, i quasi 4000 mila abitanti della frazione direttamente a contatto con i rappresentanti istituzionali della città. La dimostrazione che di effettivo decentramento si tratta si può avere leggendo l’ordine del giorno della seduta. Nell’Istituto comprensivo n. 2 non si parlerà, infatti, di problemi (che sono davvero tanti) della frazione. I consiglieri comunali valuteranno problemi che riguardano l’intera città. Eugenio Raneri, comunque, ha trovato la possibilità di inserire nell’ordine del giorno della seduta un argomento che a Trappitello ha una sua specificità. Il Consiglio comunale, infatti, sarà chiamato a votare il riconoscimento di denominazione “Orchestra Sinfonica città di Taormina” al complesso musicale che è stato creato all’interno del Comprensivo n. 2 e che, in poco tempo, ha saputo acquisire professionalità e notorietà, soprattutto, negli ambienti scolastici regionali e nazionali. Per il resto, il Consiglio comunale, in trasferta a Trappitello, s’interesserà di: “Regolamento del servizio trasporto scolastico; mensa scolastica; regolamento per la celebrazione dei matrimoni civili nella Casa Comunale; dell’adeguamento degli impianti tecnologici di via Apollo Arcageta. Nelle prossime settimane, invece, in Consiglio comunale sarà convocato per affrontare questioni come le 176 osservazioni al progetto di Piano Regolatore Generale e il bilancio di previsione per il 2009.

Leave a Response