Osservatorio beni culturali, rinnovato l’organigramma

S. TERESA – E’ tornato a riunirsi ieri sera, nei locali di Villa Crisafulli-Ragno, l’Osservatorio permanente dei Beni culturali. L’organismo consultivo dell’Unione dei Comuni ha proceduto al riassetto organizzativo dopo le nuove nomine, determinate dai rinnovi dei consigli comunali e dei vertici dell’Unione stessa. Elisa Ferraro (Casalvecchio Siculo) affiancherà i riconfermati Antonella Scuderi (Mandanici) e Giuseppe Mancuso (Itala). La Ferraro prende il posto di Romualdo Santoro, che mantiene comunque il posto nell’Osservatorio in quanto presidente del Consiglio dell’Unione. Nino Bartolotta, sindaco di Savoca e nuovo presidente dell’Unione, è subentrato invece a Giovanni Foti, sindaco di S. Alessio Siculo. Oltre ai componenti dell’Unione, fanno parte dell’Osservatorio quattro rappresen-tanti della sede “Area jonica” di Archeoclub d’Italia: Filippo Brianni, Carmelo Santisi, Salvatore Coglitore e Santino Mastroeni. A quest’ultimo tocca il ruolo di presidente dell’Osservatorio. Durante la seduta di ieri sera è stato esaminato lo Statuto al fine di rendere sempre più snella l’attività dell’Osservatorio. Concentrata, inoltre l’attenzione, su alcuni aspetti operativi, tra cui la proposta di inserimento dell’Abbazia dei SS. Pietro e Paolo d’Agrò nel patrimonio Unesco.

NEL TG90 DI OGGI 5 MAGGIO 2009 INTERVISTA AL PRESIDENTE DELL’OSSERVATORIO SANTINO MASTROENI

Leave a Response