Messina. “Si metta in sicurezza l’ospedale Piemonte”

MESSINA – “La Giunta Regionale intervenga immediatamente per stanziare i fondi necessari per ristrutturare l’Ospedale Piemonte”. L’appello è della Cisl Medici di Messina che ha affrontato, nel corso del suo esecutivo provinciale, la situazione della messa in sicurezza al rischio sismico della struttura ospedaliera del Piemonte e anche degli altri nosocomi del territorio eventualmente interessati al problema.
“L’Ospedale Piemonte – sottolinea l’Esecutivo della Cisl Medici – è inserito, in base alla Legge regionale 5 del 14 aprile scorso nella nuova Azienda Ospedaliera ‘Ospedali riuniti Papardo e Piemonte’ e quindi può e dovrà assurgere a un ruolo di grande importanza alla luce di una mission di “emergenza-urgenza”. Il Piemonte, per la sua posizione al centro della città e in vicinanza di un importante collegamento viario autostradale, ma anche per la rilevanza che il “vecchio Ospedale Piemonte” ha nel cuore dei messinesi, non può correre il rischio della chiusura totale perché non a norma con le leggi antisismiche. Siamo certi che le Istituzioni competenti porranno in essere, nel più breve tempo possibile, quanto necessario affinché l’Ospedale possa continuare la sua funzione e siamo, altresì, convinti che la chiusura della Struttura non favorisca nessun interesse della collettività, stante l’interesse precipuo e condiviso dell’offerta di assistenza sanitaria alla cittadinanza”.

Leave a Response