Taormina. Vigili provinciali per il ponte del I maggio

Giuseppe Monaco

TAORMINA-  Per far fronte all’”emergenza” Primo maggio, l’amministrazione comunale ha fatto richiesta di collaborazione alla Provincia regionale di Messina. Il sindaco, Mauro Passalacqua, ha scritto al presidente Nanni Ricevuto per chiedere che il Corpo di Polizia provinciale organizzi lo spostamento a Taormina di una squadra di vigili provinciali da affiancare a quelli del Comando Polizia locale per la Festa dei Lavoratori. Per quella data, dopodomani, a Taormina, infatti, sono attese diverse migliaia di vacanzieri. Questo vuol dire che nelle zone a mare, lungo la statale 114, tra Mazzeo e Villagonia venerdì si registrerà il consueto caos nella circolazione delle auto. Una situazione che potrebbe –così come capitato in occasioni del genere- creare momenti di grave emergenza. Taormina, soffre di una cronica carenza di vigili urbani e, con le sue sole forze non può, organizzare tutti i servizi necessari in occasioni del genere. Questo spiega la richiesta di Palazzo dei Giurati all’amministrazione provinciale. “La questione –dice l’assessore alla viabilità, Costantino Papale- è seguita direttamente dal primo cittadino”. Si tenta di intervenire per evitare che Taormina non resti bloccata dalle auto e che, soprattutto, la SS 114 resti transitabile. L’intervento della Provincia appare necessario perché nel comprensorio turistico i comuni non riescono a trovare un’intesa per organizzare, in sinergia tra i comandi polizia urbana, servizi di viabilità e controllo del territorio. Nel passato, si era tentata la strada della programmazione: una soluzione fallita in maniera indecorosa. Questo vuol dire che, sino al recente passato, in un territorio nel quale i confini comunali tra Taormina, Giardini Naxos, Letojanni e Castelmola sono praticamente inesistenti, si è operato in maniera disarmonica, senza nessun collegamento. I vigili di ogni comune intervengono esclusivamente nel territorio di loro competenza addirittura senza tenere conto di quanto avviene nel comune confinante. “I problemi sono tanti, a cominciare dalle carenze esistenti negli organici comunali, ma è necessario –dice l’assessore Papale- fare qualche altro tentativo per verificare la possibilità di arrivare ad un accordo intercomunale. Potrebbe essere la soluzione più giusta in attesa che si affronti e risolva la questione della viabilità nel nostro comprensorio. Come tutti sanno, è necessario creare un’alternativa alla SS114. Ma questa è una soluzione che richiede tempo ed investimenti. Per adesso, quindi, ben vengano l’accordo con la Provincia e l’intesa con Castelmola, Giardini Naxos e Letojanni”. L’amministrazione comunale sta valutando la possibilità di indire delle riunioni collegiali per vedere se è possibile arrivare a un’intesa con la Provincia e con i comuni del comprensorio prima dell’inizio dell’estate.

Leave a Response