Taormina. 1. maggio ”scampagnata” nel deputatore!

TAORMINA – I cittadini del comprensorio turistico di Taormina, se vorranno, potranno trascorrere un Primo Maggio del tutto insolito, singolare. Il presidente dell’Ente per la depurazione, Giuseppe Manuli, li ha, infatti, invitati a partecipare, proprio in occasione della festa dei lavoratori, a una sorta di “gita istruttiva” organizzata nei due depuratori consortili, alla foce dell’Alcantara a Giardini Naxos, e in contrada San Filippo a Letojanni.  “In questa maniera – è scritto nel piccolo manifesto fatto affiggere a cura dell’Ente – i cittadini potranno rendersi conto di come funzionano gli impianti che contribuiscono a rendere balneabile il mare del comprensorio”. L’invito è, sicuramente, non usuale. Per fare una scampagnata, normalmente, si scelgono località amene poste in riva al mare o tra i boschi. Manuli, invece, ha pensato di aprire i cancelli dei depuratori. All’interno delle due aree, quanti accetteranno l’invito, forse, potranno, dopo la visita guidata, mettere mano ai sacchetti appositamente preparati e riempiti di ogni ben di dio: pasta al forno, panini e coitolette, polpette. Potranno, insomma, consumare il tradizionale menù del Primo Maggio. L’Ente per la depurazione, quindi, fa didattica ma, nello stesso tempo, si affaccia al mondo del turismo. Le visite guidate ai depuratori, infatti, possono essere viste come dei pacchetti destinati ai turisti mordi e fuggi. Si tratta di un programma studiato per promuovere cultura ecologica. Altri, sempre in occasione delle Festa del Lavoro, hanno pensato a Parchi e Riserve, siti naturalistici, musei, pinete. Gli amministratori dell’Ente per la depurazione, invece, hanno deciso di aprire i cancelli dei due impianti per il trattamento delle fogne di Taormina, Giardini Naxos, Letojanni e Castelmola. Insomma, ognuno mette in mostra i propri tesori.
A proposito del ponte del Primo Maggio, intanto, Taormina cerca di mettere a frutto il suo apparato turistico per cercare di attrarre il maggior numero possibile di turisti. Al momento non sono noti i dati relativi alle prenotazioni negli alberghi. Si parla, però, di un fine settimana caratterizzato da una “interessante e significativa” presenza di turisti. Negli alberghi non ci sarà il tutto esaurito ma sarà possibile eseguire una “prova” in vista dell’imminente stagione estiva. Altro discorso riguarda, invece, il flusso dei visitatori. Stando a quanto già verificatosi il Lunedì di Pasqua e il 25 Aprile, c’è da ritenere che l’afflusso sarà particolarmente consistente. “Per questo dice l’assessore alla viabilità, Costantino Papale- l’amministrazione sta mettendo studiando un piano operativo capace di mettere la città nelle condizioni di far fronte alle richieste di migliaia di persone”. I problemi maggiori riguardano, soprattutto, i controlli da predisporre nella zona delle spiagge e lungo la Nazionale 114. Il 25 Aprile, per superare i circa cinque chilometri che separano Letojanni da Giardini Naxos in tanti (migliaia di automobilisti) hanno impiegato anche un’ora e mezza. E’ probabile che in occasione del Primo Maggio la questione possa ripetersi. Bastano poche centinaia di auto per mettere in tilt l’intero comprensorio. Tutto dipende dalla mancanza di strade alternative alla Statale e di una politica comprensoriale della viabilità. I quattro comuni dell’hinterland, IL Consorzio per le Autostrade Siciliane, la Polizia Stradale, infatti, continuano a non cooperare per evitare ingorghi e blocchi stradali scomodi, fastidiosi ma anche pericolosi in caso di emergenze.  

 

Leave a Response