Roccalumera. Aspro dibattito in aula su interrogazioni

ROCCALUMERA – Dibattito in aula su mozioni e  interrogazioni della minoranza, negli ultimi mesi causa di aspre polemiche. Erano complessivamente cinque. Il sindaco, Gianni Miasi, ha fugato i dubbi sul Centro sportivo polivalente. Il gruppo di minoranza chiese se è “agibile” esprimendo perplessità sulle norme di sicurezza. “Al Centro sportivo polivalente – ha replicato senza mezzi termini il primo cittadino – non si possono disputare gare ufficiali. E’ tuttavia possibile allenarsi”. Non sono mancate le polemiche sull’interrogazione legata alle progettazioni di riqualificazione urbanistica e messa in sicurezza delle frazioni Sciglio e Allume. Ad affondare il colpo è satto il capogruppo di minoranza, Giuseppe Campagna: “Sono passati quasi sei anni e l’amministrazione comunale non è riuscita neanche ad approvare il progetto per la realizzazione della scala mobile esterna di Sciglio. Di realizzare la tanto pubblicizzata opera – prosegue Campagna – neanche se ne parla ed ora l’amministrazione rischia di restituire alla Regione il finanziamento ricevuto cinque anni fa per la progettazione. Naturalmente – conclude Campagna – dovrà, per intero, pagare i progettisti che hanno fatto il proprio lavoro (86 mila e 680 euro)”. “Accuse infondate – risponde il sindaco Miasi – è necessaria una variante urbanistica e l’opera potrà vedere la luce. Noi – aggiunge – abbiamo creduto e crediamo in questo progetto realizzato con i fondi di rotazione, già definito ammissibile. Va precisato, inoltre, che la progettazione è già stata coperta sotto il profilo finanziario. Abbiamo progettato un’opera per partecipare ai bandi europei che saranno pubblicati fino al 2013. Ci siamo semplicemente preparati per tempo”. Per quanto riguarda la riqualificazione di Allume il primo cittadino ha spiegato che “il progetto è definito e bisogna solo aggiornare i prezzi, a due milioni di euro, per la realizzazione dell’intervento”. Rinviata ad una seduta ad hoc l’interrogazione relativa ai rapporti del Comune con i Consorzi di cui è socio. E per maggiori approfondimenti la mozione per la destinazione delle somme per il recupero e la valorizzazione del patrimonio artistico. Unanime il consenso per l’istituzione del servizio Informagiovani. L’assemblea ha deciso infine di devolvere il gettone di presenza dell’ultima seduta (circa 500 euro) alla popolazione dell’Abruzzo colpita da terremoto.

Leave a Response