S. Teresa. Iniziative del Classico per la differenziata

S. TERESA – Importante iniziativa del liceo classico “Trimarchi” di S. Teresa di Riva che, in collaborazione con l’Ato Me4, ha fatto installare alcuni contenitori per la raccolta differenziata nel cortile dell’istituto. Un segnale importante, non solo per la sensibilizzazione degli stessi alunni, ma anche verso l’intero territorio jonico che sembra ancora lontano dal comprendere la reale importanza delle tematiche in gioco. Nel comprensorio i dati sulla differenziazione sono sconfortanti e non superarano il 5% del totale dei rifiuti prodotti. L’iniziativa del liceo santateresino è stata sviluppata nell’ambito del progetto “Fusis”, un percorso formativo di educazione ambientale coordinato dalla prof.ssa Francesca Gullotta. “Non basta informare e sensibilizzare – ha spiegato la docente di storia e filosofia – bisogna piuttosto aiutare i ragazzi a trasferire quanto appreso nei comportamenti quotidiani. Avere una coscienza ecologica significa agire stabilmente nel rispetto dell’ambiente, fare ogni giorno la raccolta differenziata, considerare i rifiuti una risorsa da gestire. La conversione ecologica potrà affermarsi in modo capillare solo se apparirà socialmente ed individualmente desiderabile. Deve diventare un obiettivo di vita e perché ciò avvenga la scuola deve responsabilizzarsi e ricoprire un ruolo centrale”. Il comportamento ecologicamente corretto, hanno rilevato gli studenti, non può prescindere dalla collaborazione con gli enti locali e soprattutto con le famiglie, che spesso risultano inadempienti o indifferenti a queste problematiche. I contenitori per la differenziata sono pochi, poco puliti e neanche il 5% delle famiglie nel nostro territorio fa la raccolta differenziata. In molti casi manca l’informazione, non si sa come farla in modo adeguato e, quel che è peggio, manca il senso civico e la sensibilità al rispetto dell’ambiente. Eppure la nostra sopravvivenza e la nostra salute dipendono principalmente dal modo come trattiamo la natura. Piena condivisione è stata espressa dal dirigente scolastico Rosario Calabrese, che ha ribadito quanto produttiva e fondamentale sia l’azione sinergica tra la scuola e gli enti preposti alla salvaguardia dell’ambiente e alla salute del cittadino.

Leave a Response