S. Alessio. “No a chiusura laboratorio analisi”

S. ALESSIO – “Porre in essere ogni utile ed efficace azione finalizzata al mantenimento del normale funzionamento del laboratorio di analisi del Poliambulatorio di Sant’Alessio Siculo e revocare o interrompere qualsiasi procedura finalizzata al declassamento del laboratorio in questione a semplice ‘punto di prelievo’”. Lo chiede, in una mozione, il vice capogruppo del PD all’Ars, Franco Rinaldi. “Il laboratorio di analisi di Sant’Alessio Siculo – scrive Rinaldi –  è una struttura che in oltre dodici anni di lavoro continuativo ha erogato milioni di prestazioni, di cui circa settantamila nel 2008, di cui almeno diecimila diretti a pazienti esterni alla struttura. Inoltre – prosegue – la chiusura del laboratorio non porterà ad alcuno reale risparmio sulla spesa sanitaria, in quanto i locali in cui si trova il laboratorio sono già dotati delle necessarie attrezzature tecniche e sono di proprietà dell’AUSL 5 e che, inoltre, dovrà essere allestito un idoneo servizio di trasporto dei campioni che genererà ulteriori costi, certamente più alti di quelli derivanti dall’esecuzione dei prelievi nella struttura”.  “La struttura in questione – conclude l’esponente del Pd –  risulta essere l’unico laboratorio di analisi pubblico del comprensorio tra Messina e Taormina e, considerato il grave danno e l’enorme disagio già subiti dal comprensorio jonico a seguito della chiusura di numerosi presidi di guardia medica nell’anno 2008, questo ulteriore provvedimento rischia di ledere gravemente il diritto alla salute della popolazione”. 

Leave a Response