Roccalumera. Antica filanda, nota della Soprintendenza

ROCCALUMERA – La Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Messina con una nota dell’1 aprile si è pronunciata in merito all’utilizzo dell’Antica Filanda in occasione della manifestazione sugli abiti da sposa tenutasi a Roccalumera a fine febbraio. Come si ricorderà i consiglieri di minoranza Giuseppe Campagna, Natia Basile, Elio Cisca, Marco Maccarrone, Carmelo Spadaro e Andrea Vadalà avevano sollevato il caso con una mozione in consiglio comunale, stigmatizzando la decisione dell’amministrazione Miasi di concedere la Filanda per una manifestazione tutt’altro che culturale ritenendo, sempre il gruppo di minoranza, la stessa una iniziativa prettamente commerciale. Adesso l’organo istituzionale di tutela dei beni culturali, nella citata nota, così si è espresso: “La manifestazione che si è svolta nei locali dell’antica filanda non ha nessuna valenza culturale in quanto si configura come un’esposizione di prodotti a fini esclusivamente commerciali, non compatibili con la valenza storica del bene” (D.L.vo 42/2004). In più la stessa Soprintendenza ha bacchettato l’amministrazione Miasi diffidandola dal concedere l’uso dei beni culturali solo a seguito di “preventiva autorizzazione” rilasciata dallo stesso organo istituzionale preposto alla tutela del bene. La minoranza ritiene, pertanto, di essere stata nel giusto nell’aver censurato l’operato del sindaco Miasi, in merito all’uso dell’antica filanda concedendo la stessa per usi impropri reputando peraltro di aver operato nell’interesse della comunità e non, per come asserisce il sindaco Miasi, per scopi bellicosi e di polemica politica. Di sicuro, dichiara il capogruppo Campagna, ancora una volta la minoranza ha centrato gli obiettivi della sua azione politica e ha visto riconosciute corrette le proprie scelte da parte delle Istituzioni. La cittadinanza ora attende da parte dell’Amministrazione Miasi, continua Campagna, un segnale chiaro, affinché si riaffermino quei principi di legalità e di trasparenza degli atti amministrativi che sinora sono mancati. La minoranza, conclude Campagna, conferma la disponibilità a dare il proprio contributo con serenità all’operato dell’Amministrazione attiva.

Leave a Response