Furci Siculo. Giovani di Ac “testimoni dell’amore”

Con le funzioni della Domenica delle Palme, che rievocano l’ingresso di Gesù a Gerusalemme, sono entrati nel vivo i riti della Settimana Santa, che precedono la celebrazione della Pasqua. L’arcivescovo, mons. Calogero La Piana, in piazza Duomo, gremita di messinesi, ha voluto lanciare un messaggio forte ai fedeli dell’intera diocesi soffermandosi sui simboli del cammino pasquale, a cominciare dalla benedizione delle palme. “Deve essere intesa come la benedizione di noi uomini da parte di Dio che ci salva dal peccato con il sacrificio del figlio – ha detto il presule – senza immaginare che possa somigliare ad un talismano dagli effetti miracolosi”.
Stracolme anche le chiese parrocchiali della riviera jonica. L’Azione cattolica di Furci Siculo, sabato e ieri, ha  proposto nella chiesa S.M. del Rosario un Recital dal titolo “Testimoni dell’Amore”. I giovani, in unione al loro parroco, hanno voluto ripercorrere le tappe della passione, morte e resurrezione di Gesù Cristo, lanciando contestualmente il messaggio dell’Amore che ha avvolto l’umanità intera nel mistero della vita. “Come un giorno incontrò il giovane Paolo, Gesù vuole incontrare anche ciascuno di voi” ha detto il parroco, padre Salvatore Sinitò ai giovani, riprendendo le parole del papa.  La Chiesa – ha aggiunto – ci insegna che il desiderio di incontrare il Signore è già frutto della sua grazia. Quando nella preghiera esprimiamo la nostra fede, anche nell’oscurità, già lo incontriamo perché Egli si offre a noi”.  Infine, l’attenzione è stata puntata su quanti si vergognano a manifestare la propria fede o ad avvicinarsi alla chiesa. I giovani di azione cattolica hanno ribadito, dal canto loro, la necessità di dare testimonianze d’amore. Quell’amore dal quale in particolare i cristiani devono essere riconosciuti.

Leave a Response