Messina. Scolaresca del ‘Nautico’ aggredita a Cagliari

CAGLIARI – Non destano preoccupazioni le condizioni del professore e dello studente dell’Istituto Nautico di Messina, che nel primo pomeriggio di oggi sono stati aggrediti da circa 40 tifosi del Cagliari che li avrebbero scambiati per sostenitori del Catania, che proprio oggi ha giocato allo stadio Sant’Elia contro il Cagliari. Docenti e studenti del Nautico si trovano in Sardegna in gita scolastica. Ad aggredire la comitiva messinese sarebbero stati i tifosi del Cagliari appartenenti al gruppo degli ”Sconvolts”. Il professore, che ha avuto una crisi ipertensiva e lo studente rimasto ferito alla testa, sono stati ricoverati all’ospedale ”Brotzu” di Cagliari per essere medicati e sottoposti ad accertamenti clinici. In ospedale, inoltre, sono stati controllati altri studenti messinesi, una decina, e per quattro di loro i medici hanno emesso diagnosi per traumi contusivi in tutto il corpo. L’aggressione alla comitiva messinese si è verificata nel quartiere Marina, uno dei luoghi caratteristici della vecchia Cagliari. Una quarantina di tifosi del Cagliari degli “Sconvolts” sono stati portati in Questura dopo una retata intorno allo stadio. Subito dopo l’aggressione la polizia aveva circondato la zona di via del Collegio, dove si trova la sede principale degli “Sconvolts” trovandola però chiusa perchè tuttii supporters avevano gia raggiunto lo stadio “Sant’Elia”. È stato allora deciso di intervenire direttamente allo stadio. Secondo quanto si è appreso, in questura dovrebbero essere eseguiti degli atti di polizia giudiziaria per il riconoscimento degli aggressori che sarebbero stati in tutto una quindicina.

 

Leave a Response