Fiumedinisi. I ‘viaggi’ in onore della SS. Annunziata

FIUMEDINISI – Si  sono conclusi ieri sera i festeggiamenti in onore della patrona Maria SS. Annunziata ai quali hanno partecipato come ogni anno una gran folla di fedeli che hanno accompagnato il simulacro per le vie del paese. L’altro Ieri sera, invece, la caratteristica processione dei ‘’viaggi’’,  processione penitenziale in ginocchio tra la chiesa di S. Pietro e la Matrice. Un atto di profonda fede alla Madonna, segnato dalla sofferenza dei devoti che al lume di candele e canti hanno percorso il tragitto tra le due chiese attraverso la strada cosiddetta della ‘’Vara’’. Momenti che esprimono il grande legame dei fiumedinisani alla loro Madre, alla quale si rivolgono fiduciosi nei momenti di particolare difficoltà. E i ‘’viaggi’’ sono anche occasione per chiedere l’intercessione della Madonna o per grazie ricevute. Uno spettacolo di grande fede, commovente e coinvolgente, unico nel suo genere in tutta la Sicilia. Il corteo si è formato all’interno della chiesa di S. Pietro per poi uscire dal portone laterale che dà sulla strada  a ‘’Vara’’. Uomini e donne con in mano le candele votive, utilizzate anche per sorreggersi nei momenti quando la fatica è al limite della sopportazione. L’ultimo ostacolo sono stati gli scalini che introducono nella maestosa e antichissima chiesa della Matrice. Qui i fedeli, sempre in ginocchio, hanno raggiunto l’altare maggiore in un’atmosfera di grande misticismo esaltata dall’intonazione di canti alla Madonna Annunziata.

 

Leave a Response