In visita a Messina il generale dei carabinieri Orlando

MESSINA – Il comandante interregionale carabinieri “Culqualber”, generale di Corpo d’Armata Stefano Orlando, a conclusione del ciclo di 14 visite ai Comandi provinciali carabinieri di sicilia e calabria, si è recato stamani al Comando provinciale di Messina, dove è stato ricevuto dal comandante provinciale, colonnello Maurizio Detalmo Mezzavilla.
Il comandante di vertice, gen. Orlando, ha preliminarmente incontrato sette militari insigniti di medaglia al valor militare/civile, sei dei quali tuttora in servizio presso reparti del Comando provinciale di Messina ed uno in quiescenza, rinnovando loro la gratitudine e la stima dell’istituzione per le eccezionali qualità dimostrate con le coraggiose azioni compiute nell’espletamento del servizio.
Il generale orlando ha, quindi, incontrato una rappresentanza di circa un centinaio tra ufficiali, marescialli, brigadieri appuntati e carabinieri ai quali ha manifestato apprezzamento per l’attivita’ svolta e per i risultati conseguiti. L’alto ufficiale si è soffermato, in particolare, sulla rilevante funzione svolta dai comandanti di stazione, definiti “avamposti dello Stato e punte di diamante dell’Arma” nonche’ esempio emblematico ed irrinunciabile del tradizionale concetto di “polizia di prossimità” che l’Arma esprime nella sua quasi bicentennale storia.
La visita del gen. Stefano Orlando si è conclusa con un rapporto agli ufficiali, nel corso del quale sono state esaminate le problematiche di carattere operativo delle giurisdizioni in cui operano le 9 Compagnie carabinieri del Comando provinciale di Messina.

MILITARI INSIGNITI DI MEDAGLIA D’ORO E D’ARGENTO AL VALOR MILITARE, MEDAGLIA D’ORO E D’ARGENTO AL VALOR CIVILE E RELATIVA MOTIVAZIONE
Luogotenente, Antonino LO NIGRO, Comandante del Nucleo Comando Compagnia di Patti
23 luglio 1983, in Palermo, quale componente di scorta a magistrato tenacemente impegnato nella lotta contro la criminalità organizzata, esponeva la propria vita a manifesto pericolo, rimanendo ferito in un feroce e proditorio agguato.
Brig. Ca., Giuseppe VENUTO, in servizio al Nucleo Radiomobile di Messina.
26 marzo 2006, in Messina, noncurante del pericolo, interveniva, unitamente ad altro militare, in un’abitazione invasa dalle fiamme e satura di fumo, traendo in salvo cinque persone.
App. “S”,  MASTROLEMBO SPANDIPICCA Costantino, in servizio al Nucleo Radiomobile di Messina
26 marzo 2006, in Messina, noncurante del pericolo, interveniva, unitamente ad altro militare, in un’abitazione invasa dalle fiamme e satura di fumo, traendo in salvo cinque persone.
Brig. Ca., Carlo LUCA, in servizio al Nucleo Radiomobile di Messina.
3 ottobre 1987, in Reggio Calabria, libero dal servizio, occasionalmente presente ad un omicidio, affrontava con determinazione l’autore e replicando la fuoco, cui era fatto segno e lo feriva mortalmente.
V.Brig., CALÀ Giuseppe, in servizio al Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Taormina
18 dicembre 1998, in Bianco (RC), con generoso slancio ed eccezionale senso di abnegazione, interveniva in soccorso di tre bambine a bordo di un’autovettura bloccata tra le barriere abbassate di un passaggio a livello, riuscendo a trarle in salvo poco prima che un treno, pur rallentato dalla tempestiva segnalazione di altro militare, travolgesse il veicolo.
App., RIZZO Filippo, in servizio alla Stazione di Mongiuffi Melia.
14 novembre 2005, in Fumefreddo di Sicilia (CT), libero dal servizio e disarmato, unitamente ad assistente della polizia penitenziaria, con ferma determinazione, esemplare iniziativa ed insigne coraggio, riusciva a disarmare e trarre in arresto un soggetto in grave stato di agitazione psichica che, armato di un fucile, aveva fatto fuoco contro un’autovettura ed un esercizio pubblico.
Maresciallo A s. UPS Stefano SINDONA, già Comandante della Stazione di Roma Viale Libia
4 novembre 2003, in Roma, Comandante di Stazione urbana particolarmente impegnata sotto il profilo istituzionale, veniva investito dalla violenta deflagrazione di un ordigno esplosivo occultato in un plico recapitato al Reparto.

 

Leave a Response