Volley. Letojanni-Messina sarà ripetuta l’8 aprile

TAORMINA – Il giudice unico regionale della Federazione Volley ha pubblicato il provvedimento con il quale prende atto e recepisce le decisioni, inappellabili, della CAF Nazionale che ha cancellato gran parte delle penalità che erano state inflitte al Caparena di Letojanni a seguito della gara con la Pallavolo Messina. Il provvedimento è stato affisso all’albo ufficiale della sede Palermitana della Federazione. Pubblicata anche la nuova classifica che, ora (dopo la cancellazione di tre punti di penalizzazione) vede la squadra letojannese a 23 punti a ridosso del groppone di testa. Il Caparena può ancora risalire la graduatoria. Deve però non perdere la concentrazione che ha visto la squadra in grado di esprimersi in maniera autorevole. Intanto, è stato deciso che la gara con la Pallavolo Messina, così come disposto dal CAF di Roma, sarà ripetuta il  prossimo 8 aprile. Qualora riuscisse a ripetere l’exploit della prima giornata di ritorno  quella incriminata, (vittoria per 3 a 2), potrebbe posizionarsi ancora più in alto.
La nuova classifica, vede in vetta Mondo Giovane, Pallavolo Messina e Ottica Sottile Barcellona con 37 punti; Sofas Milazzo e CSI Milazzo (24 punti); Caparena (23); Zanclon Messina e Futura Messina (19); Saturnia Acicastello (18); Misase Catania (11); Libertas Villafranca e BCR Acicastello (9).
Domani, sabato 21 marzo, intanto la squadra allenata da Natalino Micalizzi dovrà vedersela, a porte chiuse, con  il CSI Milazzo, una squadra che, nelle ultime giornate, ha inanellato una serie di prestazioni di rilievo. Ora si trova un punto sopra il Letojanni e cercherà di sfruttare l’occasione per migliorare la sua posizione. Il Caparena, da parte sua, dovrà superare il gap di dover giocare senza l’apporto del propri sostenitori per cercare di vincere ancora. “Cercheremo –dice il presidente Salvatore Soraci- di reagire nel  migliore dei modi. Per essere realisti, domani –continua- dobbiamo recuperare anche i punti persi sabato scorso ad Acicastello. Avevamo in mano la partita ma, nella fase finale, i ragazzi hanno perso la concentrazione sino a soccombere per 3-2. Colpa anche dell’infortunio occorso, durante il gioco, allo schiacciatore Facciolà. Potevamo ritornare dalla trasferta con 2 se non con 3 punti. Invece siamo venuti fuori dal campo di Acicastello con un solo punto”.

Leave a Response