S. Teresa. Riparte l’iter del Piano regolatore generale

S. TERESA – E’ iniziata la nuova era del Piano regolatore generale della cittadina jonica. Lunedì sera, infatti, il Consiglio comunale ha impartito ai due progettisti incaricati, gli ing. Pietro Mifa e Adriano Nicotra, le nuove direttive per la rielaborazione del fondamentale strumento di pianificazione urbanistica. Ai due toccherà la revisione del Prg approvato nel 2001 dal Consiglio comunale e poi parzialmente bocciato dal Cru, che aveva riscontrato evidenti incongruenze tra il piano originale redatto dai progettisti del tempo e i numerosi emendamenti successivamente approvati dal Civico consesso. Emendamenti che il Cru aveva definitivo “tecnicamente non motivati e acriticamente sovrapposti al piano originario”. Lunedì sera il Consiglio ha fornito ai nuovi progettisti le indicazioni di massima, mentre contestualmente sono state revocate le delibere n.34 e 35 del 2001, con le quali erano state invece fornite le direttive per la rielaborazione del Prg all’arch. Maria Gilda Trimarchi, rimossa poi dall’incarico nel 2004 durante l’Amministrazione Lo Schiavo. Il Prg, dunque, riparte di slancio anche se la minoranza avrebbe preferito rifarlo da zero e non seguendo un piano che, secondo il capogruppo Fabio Palella, risulta troppo vecchio e lontano dalla realtà demografica odierna. A Palella ha risposto il vice presidente del Consiglio, David Trimarchi: “Mi sembra logico – ha detto – che il lavoro dei progettisti fotograferà la situazione attuale dell’edificato e rimodulerà le previsioni di sviluppo demografico, così come del resto indicato dal Cru. Quindi perché ripartire da zero?”.
Nel corso della stessa seduta si è discusso della situazione del liceo scientifico “Caminiti” da lamenta da anni carenza di aule. Si è convenuto di impegnare l’Amministrazione comunale a intervenire presso la Provincia per cercare di comprendere quali sono le reali intenzioni in merito al progetto di realizzazione di un nuovo edificio scolastico, a Bucalo. Approvati all’unanimità il piano per l’utilizzo della spiaggia 2009 e il regolamento comunale per l’installazione e la modifica degli impianti fissi di telecomunicazioni. E’ stata data risposta anche ad una interrogazione della minoranza sui guasti all’impianto di riscaldamento della scuola elementare di Bucalo. Problemi quasi risolti: rimane da sostituire un solo condizionatore, mentre gli altri due sono già stati riparati.

Leave a Response