Taormina. Il Pdl chiede alla Regione verifica di atti

TAORMINA – Il confronto politico tra il gruppo di maggioranza e quello di minoranza si fa sempre più spigoloso. Ciò conferma che la politica a Taormina non pensa minimamente di porre le basi, in maniera condivisa a seguito di un serrato dibattito, per la progettazione ed all’esecuzione di progetti mirati ad affrontare l’attuale stato di emergenza provocato dalla crisi turistica internazionale.
Dopo un contestatissimo manifesto (“Loro litigano e Taormina affonda”) e le formali critiche alla Giunta di Mauro Passalacqua durante la manifestazione del PDL di domenica scorsa, è di oggi, una nuova iniziativa del PDL. La minoranza, con una nota indirizzata alla Regione, chiede un “intervento ispettivo”. Di fatto, l’opposizione mette in discussione una gran parte dell’attività amministrativa di Palazzo dei Giurati. Questo il testo del documento: 
“I sottoscritti consiglieri comunali appartenenti al gruppo consiliare del PdL a Taormina, considerato che l’articolo 27 della Legge Regionale 7/1992 sancisce che “il sindaco è tenuto a rispondere agli atti ispettivi dei consiglieri comunali entro trenta giorni dalla loro presentazione” ed in virtù del fatto che la gran parte degli atti ispettivi inoltrati nei mesi scorsi non hanno finora trovato risposta, con la presente richiedono un’ispezione da parte dell’Assessorato preposto, ai sensi dell’articolo 25 della Legge Regionale 44/91, al fine di ripristinare in città il rispetto delle regole e della corretta dialettica tra maggioranza e minoranza.
Nel dettaglio, gli atti finora rimasti inevasi (che si allegano in copia), riguardano i seguenti temi:
Aggressione fra dipendenti comunali, con relativo referto medico ed azione legale, senza alcun provvedimento sanzionato rio da parte dell’Amministrazione;
Provvedimento di attribuzione di funzioni dirigenziali di dubbia legittimità
Scolo di acque luride e rischio ambientale ;
Affidamento di servizi (in forma diretta) in contrasto (poiché d’importo superiore alla soglia) con l’articolo 125 comma 11 del Dlgs 163/2000;
Richiesta atti inerenti l’attività di due esperti incaricati dall’amministrazione in forma gratuita;
Richiesta documenti comprovanti le competenze dei componenti il nucleo di valutazione.
Il documento, accompagnato da una serie di allegati che comproverebbero i fatti segnalati dal PDL, è stato firmato dai consiglieri comunali Carmelo Ardito. Gaetano Carella, Salvatore Cilona, Giuseppe Composto, Bruno De Vita.

Leave a Response